Berlino, Galvan a un passo dal record: 45.17

08 Agosto 2018

Il quattrocentista che si allena a Rieti è il primo degli esclusi dalla finale europea ma timbra il 3° tempo italiano a cinque centesimi dal suo primato. Howe chiude in semifinale con 20.78


 

Matteo Galvan è il primo degli esclusi dalla finale dei 400 metri agli Europei di Berlino. Il 29enne vicentino delle Fiamme Gialle non solo mette a segno la sua migliore gara dell’anno con 45.17 ma riesce anche a sfiorare il record italiano che gli appartiene dal 2016 quando ha corso due volte in 45.12, una di queste nella precedente edizione degli Europei: in mezzo una serie di problemi fisici e un intervento al piede sinistro. Oggi sono invece soltanto tre i centesimi che mancano per andare avanti con i tempi di recupero: quarto posto dietro il sorprendente portoghese Ricardo dos Santos (45.14), sbarcato a Berlino con un personale di 45.74 ma già sceso in batteria a 45.55. Ha poco da rimproverarsi l’azzurro, che piace per la distribuzione sul giro di pista con un gran rettilineo finale e per aver recuperato bene il turno di ieri (45.48). “Il mio obiettivo era fare lo stagionale e migliorarlo ancora. Lo prendo con soddisfazione e adesso provo a rimanere concentrato per la staffetta. Era solo il quarto 400 di quest’anno, vengo dall’operazione dell’anno scorso al tendine d’Achille. Va bene così”. Imprendibile con 44.76 il britannico Matthew Hudson-Smith, leader europeo dell’anno, poi 44.87 del belga Jonathan Borlée 44.87. Si ferma anche la corsa di Davide Re, quarto nella sua semifinale in 45.53, stavolta con una chiusura meno impetuosa rispetto al 45.26 vincente dei Giochi del Mediterraneo. Per il 25enne ligure delle Fiamme Gialle, che come Galvan si allena a Rieti con Maria Chiara Milardi, è il quinto tempo della carriera. “È andata male. Le aspettative erano altre, mi dispiace averle deluse, ho corso quasi tre decimi sopra il personale”.

HOWE 20.78 - Eliminato invece Andrew Howe, qui presente in versione sprinter: il recordman italiano del lungo è sesto in 20.78 (+0.3) dall’ottava corsia, dopo il 20.60 (+0.1) della batteria della mattina. “Questi 200 metri me li sono quasi inventati - commenta il 33enne reatino dell’Aeronautica - avevo preparato il lungo per tutto l’anno, poi purtroppo mi sono indurito nella parte finale. E’ stato un bel ritorno in maglia azzurra, non vedo l’ora di indossarla di nuovo”.

DIRETTA TV E STREAMING - Tutte le emozioni degli Europei di Berlino sono trasmesse sui canali Rai (Rai2, RaiSport, RaiSport+HD e la piattaforma RaiPlay), sui canali Eurosport (Eurosport 1, Eurosport 2 ed Eurosport Player) e in streaming sul portale Eurovision al seguente link: www.eurovisionsports.tv/EuropeanChamps18/athletics

FOTO - GLI ORARI DEI LAZIALI IN GARA - START LIST - RISULTATI 


Andrew Howe (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate