Campionati Italiani Cles

07 Ottobre 2017

Cadetti in campo per decretare la migliore tra le regioni. Miglior Prestazione Italiana per Giulio Luciani. Oro Benedetti e Caldarini.


 

 

Parte la rassegna tricolore più importante per i cadetti che si riuniscono oggi nella città trentina di Cles, teatro di numerosi campionati italiani e di grandi risultati. Un appuntamento che corona una stagione importantissima per l'atletica del bel paese e che si conclude con questa emozionante manifestazione sempre ricca di sorprese. Niente più dei campionati italiani individuali e per regioni cadetti tiene incollati gli appassionati agli schermi, intenti ad assistere alle prestazioni di quelli che un giorno faranno parte della squadra assoluta.

Apre le danze Gino Gioia, Fimme Gialle Simoni, che raggiunge una prestigiosa finale grazie ad un lancio da 47m che diventerà poi al quinto lancio 48,17m. Ottava piazza. Un trionfo di laziali nell'asta dove gli atleti della nostra regione sono ben tre, primo fra tutti Tommaso Purri (Atl.Pomezia) che ottiene il primo podio della giornata con 3,80m, nuovo personale e a pochissimi cm dall'oro. Fa il suo Alfredo Silvestro (Fiamme Gialle) fermandosi ad un quinto posto da 3,60m. Non al meglio Andrea Sellini che con la casacca societaria dell'Atl.Pomezia raggiunge i 3,10m. Nel lungo cadette nessuna finale per Chiara Rossi (Area LBM Sport Team) e Giada Bardi (Esercito Sport Giovani) che rispettivamente atterrano a 5,16m 4,75m.

Da tenere sott'occhio anche i nostri multiplisti dell'esathlon: Emiliano Orsillo Simone Santini. La prima disciplina sono gli ostacoli, i 100m hs che vedono Orsillo tagliare il traguardo in 14"07 ben lontano dal suo personale, mentre Santini ci si avvicina di più grazie a un buon 14"85. Continuano con il salto in alto dove Orsillo segna il suo nuovo PB con 1,68m, Santini non è da meno e raggiunge quota 1,62m, personale anche per lui. Continuano le loro ercoliche fatiche con il giavellotto dove è Santini, portacolori della Sportrace a distinguersi. Migliora decisamente le sue passate prestazioni segnando un fantastico 40,81m, decisamente meglio del compagno di regione Orsillo che non va oltre i 30,43m. Concludono così le loro prove per questa prima giornata.

Non in giornata il lunghista delle Fiamme Gialle Simoni Riccardo Fugallo che purtroppo non riesce a mettere una misura sufficientemente valida per la finale che meritava. Un Lorenzo Benati (Atl.Roma Acquacetosa) da urlo dà una scossa netta allo stadio di Cles, correndo la sua batteria dei 300m in 35"51, primo tempo qualificato. Occhio alla sua finale di domani, ci sarà da divertirsi. Quasi allo stesso modo Ginevra Ricci (Area LBM Sport Team) vola sulla pista chiudendo la prova in 41"46, terzo miglior tempo. Assolutamente straordinario il risultato sui 300m hs del frascatano Giulio Luciani, strabilia tutti gli spettatori e vola letteralmente firmando in batteria la nuova Miglior Prestazione Italiana con 38"41. In finale con lui anche il romano dell'Esercito Sport Giovani Alessandro Galli con 41"15. Finaliste sulla medesima distanza le due compagne di squadra Federica Tozzi Yasmin Scirocchi46"41 47"02. Grande giornata di finali domani per il Lazio.

Cominciano le fatiche anche per le pentatlete, a rappresentare la regione: Cecilia Rinaldi (Studentesca A.Milardi) e Francesca Amadori (Atletica Frascati). La prima delle cinque fatiche sono ancora una volta gli ostacoli. Rinaldi corre i suoi 80m hs in 12"52, molto vicina al proprio miglior tempo abbattuto invece quello di Amadori che con un miglioramento netto finisce la sua corsa in 12"74. Proseguono nel salto in alto dove Rinaldi si accontenta di saltare la misura di 1,48m mentre Amadori si ferma poco sotto il proprio PB, 1,42m. Ultima prova della giornata il giavellotto in cui le ragazze rimangono sui loro standard, Amadori dimostra una certa continuità nei lanci arrivando a far misurare un 35,97m non troppo lontano dal proprio miglior lancio di sempre. Allo stesso modo Rinaldi che però non va oltre i 30m, 29,26m. Si conclude così anche per loro il primo giorno di gare.

Nel martello femminile niente finale per le tre portacolori delle Fiamme Gialle: Nicole GiulianiCleo Rocchi ottengono la medesima misura di 40,52m, mentre Valentina Pagliari si accontenta di 39,11m. Ottavo posto e finale per Federico Morseletto (Romatletica Footworks) che nel triplo atterra a 13,15m. Più in basso Federico Fratili (Stud.A.Milardi) non va oltre i 12,43m, mentre Oliviero Castellano (Roma Acquacetosa) 12,23m. Altro valoroso podio per il lazio al nome del discobolo Nathan Fiore (Fiamme Gialle) che mette subito al sicuro il terzo posto grazie al lancio di 40,17m, mentre nel peso Pietro Peron (Stud.A.Milardi) si ferma a 12,08m. Nel frattempo si battono in finale le ostacoliste: prima delle laziali Elisa Andreini, Fiamme Gialle, che nella finale 1 taglia il traguardo per sesta col tempo di 12"24. Nella finale 2 Carolina Appiotti (ACSI Italia Atl.) segna un 12"76. Nei 100m hs invece l'unico rappresentante della nostra regione è Lorenzo Simonelli16"67 nella finale 2.

I più veloci sugli 80m sono Simone Cavalli (Esercito Sport Giovani) con 9"61 Elisa Cappabianca che purtroppo non riesce a replicare il tempo della batteria (9"94 sufficiente per vincere il titolo italiano in finale) e si arrende alla veneta Elisa Visentin chiudendo in 10"14, argento per lei. Dalla gara più corta a quella più lunga dei 3000m dove Giada Loreti (Atl.Valmontone) è la nostra più brava marciatrice classificandosi nona con 15'47"17. Da menzionare anche Ilaria Migliardi (Fiamme Gialle) 16'00"28Giulia Mezzanotte (Stud.A.MIlardi) 16'07"34 Miriam Franco (Atl.Colleferro Segni) 16'10"94. Nei 5000m invece il nostro miglior atleta è Fernando Arcangeli (Atl.Valmontone) che piazzandosi settimo ferma il crono a 23'53"66. Lo seguono i due atleti Fiamme Gialle, Daniele Benevieri (25'51"28) e Francesco Biondini (24'56"32). Nei 2000m di corsa non esprime il meglio di sé Giorgio Saddi (Atl.Frascati) che conclude la sua lunga corsa in 6'54"60Livia Caldarini piuttosto rispetta i pronostici dopo essersi confermata migliore italiana qualche settimana fa alla Farnesina nei 1000m. Oggi fuori casa, dopo una gara esemplare chiude in 6'34"46 un tempo che le permette di salire sul gradino più alto del podio. Bravissima Livia.

Primo oro della giornata quello di Benedetta Benedetti (Atl.Castelgandolfo Albano) che ufficializza le prestazioni di questa stagione indossando finalmente la maglia di campionessa italiana grazie ad un lancio da 13,92m suo nuovo personale. Nell'alto non svetta Bianca Maria Sereni (ACSI Italia Atl.) che segna l'unico salto valido a 1,45m, differentemente Sara Porfiri (Atl.Castelgandolfo Albano) che raggiunge quota 1,64m e si prende l'argento con la stessa misura della terza ma con meno errori. Una delle ultime gare di sabato è il triplo, disciplina che vede Federica Ottoveggio (Fiamme Gialle) arrivare alla misura di 10,95m, più prestante la romana Laura Barbi (Area LBM Sport Team) che impreziosisce il suo palmares con questo nono posto raggiunto grazie al suo nuovo personale di 11,21m. Gara conclusiva della giornata il disco femminile che vede tre atlete della nostra squadra, prima fra tutte Sabrina Ghannay (Atl. Castelgandolfo Albano) che con la misura di 29,46m si aggiudica il nono posto, prima delle escluse per la finale. Per Letizia Giorgi (Fiamme Gialle) la miglior misura è di 27,91m poco avanti alla compagna di squadra Emma Sparciari che con 26,63m chiude la giornata degli atleti laziali.

Alla luce di questi primi risultati il Lazio con i maschi è nono e terzo con le donne. Aspettiamo con ansia la giornata di domani che vedrà le finali di 300 e 300m hs, gare che sappiamo ci potranno dare tante soddisfazioni. Bravi tutti!

LM

TUTTI I RISULTATI / LIVE



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate