Caracalla si accende con il trofeo Bravin: i risultati

09 Giugno 2019

Evento dell'ASI alla 52^ edizione. Grandi risultati e tanti premi. Fiamme Gialle Simoni in cima alle classifiche di società, Atletica Grosseto premiata per essere stata sempre presente


 

di Moreno Saddi

A Roma nello Stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla, 81 società presenti da quasi tutta l’Italia, 700 atleti per un totale di 860 atleti/gara: sono alcuni numeri del Meeting Nazionale Giovanile Under 18 “52° Trofeo Giorgio Bravin”. Un bel pomeriggio con un’atmosfera che incornicia una gara dietro l’altra, lo stadio vestito a festa e un pubblico numerosissimo: questo lo spettacolo messo in scena dall’ASI Nazionale nella veste del Presidente Claudio Barbaro, dall’ASI Atletica Roma ed il suo presidente Sandro Giorgi, l’organizzatore da sempre dell’evento e dal Comitato Regionale Lazio della FIDAL; il patrocinio della FIDAL del CONI, di Roma Capitale della Regione Lazio e dell’Istituto per il Credito Sportivo. Perfetto il lavoro del personale addetto alle attrezzature, alla sicurezza e del Gruppo Giudici Gare di Roma.

CENNI STORICI – L’evento ha avuto inizio nel lontano 1965, grazie all’opera del Centro Sportivo Fiamma e intitolato a Giorgio Bravin, uno dei tanti bersaglieri volontari sacrificati nelle guerre.

IL LIVELLO TECNICO – Dopo due anni, la manifestazione torna alle Terme di Caracalla, uno degli stadi più “anziani” e rinomati della Capitale. Il Trofeo Giorgio Bravin ha visto passare atleti che sono diventati dei campioni eccellenti, come Mennea, Pavoni, Dorio, Fava, Panetta, Lambruschini, Donato. Nelle gare di questa edizione si sono migliorati diversi record della manifestazione in varie specialità sia al femminile che al maschile. Un livello così alto che non si vedeva da un po’ di tempo, nonostante alcune defezioni importanti come quella di Lorenzo Simonelli nei 100 e Lorenzo Benati nei 400. Premiata con una targa l’Atletica Grosseto, come società partecipante a tutte le edizioni del Trofeo Giorgio Bravin. Per le classifiche di società, le Fiamme Gialle Simoni vincono a mani basse, conquistando tre ori con i cadetti e allievi, argento con le Allieve.

LE SFIDE FEMMINILI CADETTE– La velocità negli 80 sono a favore di Sara Cirillo con 10.10, per 4 centesimi su Aurora Brugnoli (10.18), entrambe delle Fiamme Gialle Simoni. Nei 300 vittoria di Flavia Bianchi (G.Scavo 2000 Atl.), in 41.67 su Gloria Kabangu (Atl. Frascati/42.21). Nel mezzofondo i 1000 sono vinti da Serena Frolli (Atletica Osimo), in 3:07.06, seconda Serena Quintiliani (Polisportiva Tethys Chieti/3:08.37). I 300hs vanno ad Alice Calvaruso (Atl. Cecchina Al.Pa.), in 47.60 per un soffio su Sara Meconi (Lib. Atl.

Castelgandolfo-Albano/47.67). Vittoria nella staffetta 4x100 dell’Esercito Sport & Giovani (49.12), con Barchi-Paoletti-Zuccarini-Colonna; seconda l’Athletic Academy Bari, in 50.46.

Concorsi: Nell’alto prima Myriam Liguori (Fiamme Gialle Simoni), con 1,59, seconda Ambra Pescucci (C.G. Atl. Costa Etrusca-Livorno/1,51). Vittoria nel lungo per due centimetri di Matilde Iemma (Area LBM Sport Team), in 5,54, Sara Meconi (Lib.Atl. Castelgandolfo-Albano/5,52). Il peso va ad Alessia Lessi (C.G. Atl. Costa Etrusca-Livorno), con 9,87, seconda Anna Meloni (Quelli che l’atletica-Cagliari/9,52). Giavellotto: Valentina Foglietta (Faratletica), scaglia l’attrezzo a 36,72, al secondo posto c’è Giulia Ginulfi (Lib.Atl Castelgandolfo-Albano/34,46).

ALLIEVE – Vittoria nei 100 in 12.43 (+0.1) per Alessia Cappabianca (Esercito Sport&Giovani). Prima nei 400 è Francesca Farina (Atl. Tivoli), in 57.99 su Teresa Gadaleta (Athletic Academy Bari/59.27). La disputa nei 1500 è vinta da Alessia Muciaccia (Athletic Accademy Bari), in 4:47.86, seconda Elena Trivellone (Polisportiva Tethys Chieti/4:53.16). Unica staffetta 4x100, quella dell’ACSI Campidoglio Palatino (49.96), con Ruggiero-Bardi-Scovacricchi-Gala.

Concorsi. Irraggiungibile nell’alto: Caterina Campagna (Atl Colleferro-Segni), con 1,63. La seconda è Bianca Cutarella (Atl. Gran Sasso Teramo/1,45). Prima nel lungo: Giada Bardi (ACSI Campidoglio Palatino), con 5,56, su Chiara Rossi (Lyceum Roma XIII/5,52. Vittoria nel peso, al primo anno nella categoria di Benedetta Benedetti (Studentesca Milardi), con 14,46, al secondo posto Claudia Giuliani (Atl. Tivoli/13,98). Lungo il tiro del giavellotto per Simona Cuciniello (Amatori Atletica Napoli), con 44,87. Si deve accontentare del secondo posto Francesca Amadori (ACSI Italia Atletica/41,80).

LE SFIDE MASCHILI CADETTI – Nella velocità, ben 11 serie degli 80 per decretare il successo di Angelo Pesce (Athletic Academy Bari), in 9.35 su Faysal Miah (Esercito Sport & Giovani/9.46). I 300 vanno a Luca Barbieri (G.Scavo 2000 Atl.), in 36.84, dopo aver vinto gli 80 Angelo Pesce è secondo con il tempo di 37.19. Il mezzofondo dei 2000, vede vittorioso Francesco Calò (Ass. Gargano 2000 Onlus Manfre), in 6:03.27, secondo Giovanni Finocchiaro (Fiamme Gialle Simoni/6:11.15). Primo nei 300hs: Federico Bonanni (Area LBM Sport Team), in 40.09, secondo ad un solo centesimo Jacopo Capasso (Studentesca Milardi/40.10).

Nella staffetta 4x100, si impongono le Fiamme Gialle Simoni con Coppo-Benevieri-Carosi-Oslobaun in 45.38, seconda la Kronos Roma in 46.05.

Concorsi: Sfida nell’alto dove la spunta per l’assenza di salti nulli Matteo Lami (Lib.Atl. Castelgandolfo-Albano), con 1,80 su Marco Di Mauro (Athletic Academy Bari), stessa misura, entrambi non superano l’1,82. Nel lungo con un salto a 6,58 vince Dario Bressanello (ACSI Campidoglio Palatino), secondo Samuele Pais (Atletica Prato/6,44). Il peso se lo aggiudica Francesco De Mizio (Libertas Amatori ATl.Leg.), con 13,02 alla prima prova, al secondo posto Igor Finocchi (Fiamme Gialle Simoni/12,85). È Giancarlo Perrella (Nuova Atletica Isernia), a lanciare il giavellotto alla distanza di 47,79, a poco più di mezzo metro Stefano Litta (Kronos Roma), con 47,20.

ALLIEVI – Nei 100, ottimo tempo di Angelo Ulisse (Fiamme Gialle Simoni), al primo anno di categoria, realizza 11.08, secondo Francesco Cavina (Atl. Ravenna/11.40). Vittoria e primato personale nei 400 per Sebastiano Taviani (G.Scavo 2000 Atl.), in 49.43, secondo posto per Edoardo Turci (Fiamme Gialle Simoni/50.08). Il mezzofondo regala una bella sfida fino all’ultimo metro nei 3000, tra Riccardo Pigheddu (9:03.23), Dennis Borghesi (9:04.13) delle Fiamme Gialle e i due atleti della RCF Roma Sud, Giorgio Saddi (9:04.85) e Valerio Spalletta (9:09.58). Nei 2000 siepi si aggiudica la vittoria tra i due atleti delle Fiamme Gialle Simoni Gianmarco Cincini con il tempo di 6:25.90 su Flavio Botti, con 6:28.30. Unica staffetta 4x100 della Libertas Amatori Atl. Leg. Di Benevento, con Verruso-Di Blasio-De Mizio-D’Amelio, con 44.84.

Concorsi: Grande prestazione il campione italiano indoor, l’altista Massimiliano Luiu della Pol. Lib. Atl. Sassari, con 2,06, nulla può Andrea Magnano (A.S. Dil. Milone-Sorrento), secondo con 1,81. Nel lungo primo Federico Scarselli (Pol. Novatletica Chieri), con un salto a 6,67; secondo Alessio Cini (Atl. Costa Etrusca/6,50). Per vincere Giadomenico Lubrano (Lib. Amatori Atl.Leg-Benevento), getta il peso a 15,36, al secondo posto Davide Villari (A.S. Dil. Milone-Sorrento/14,23). Ancora al personale Leonardo Pitò (Studentesca Milardi), scaglia il giavellotto a 64,83, secondo il compagno di squadra Valerio Linari, con 56,01.

STADIO APERTO - E in occasione del Bravin, lo stadio Martellini di Caracalla è rimasto aperto fino alle 23 per onorare la Notte Bianca dello Sport di Roma Capitale. Attività libera fino a tarda sera per gli sportivi capitolini e non solo. 

File allegati:
- RISULTATI

Alcuni momenti del Trofeo Giorgio Bravin


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate