Chigbolu pass europeo, Re da urlo 45.31

09 Giugno 2018

A Ginevra la romana porta lo stagionale dei 400 a 52.18 e centra il minimo per Berlino, il ligure che si allena a Rieti diventa il quinto azzurro di sempre nel giro di pista. Rientra Galvan nei 200: 21.02


 

Dalla pista di Ginevra, Maria Benedicta Chigbolu decolla verso gli Europei di Berlino. Al Memorial Georges Caillat la 28enne campionessa italiana che vive e si allena a Rieti con Chiara Milardi scende sotto il 52.50 dello standard di iscrizione per la rassegna continentale di agosto: il suo 52.18 le permette di vincere la seconda serie dei 400 e di migliorare lo stagionale rispetto al 52.77 del Golden Gala Pietro Mennea. La sua distribuzione è migliore e nel finale è ancora in spinta. Soltanto quattro volte in carriera la romana dell'Esercito aveva corso più veloce nel giro di pista, specialità nella quale vanta un personale di 51.67 realizzato tre anni fa sempre in Svizzera, a La-Chaux-de-Fonds. Resta sopra i 53 secondi la campionessa italiana indoor Raphaela Lukudo (Esercito), oggi 53.01, quarta nella seconda serie.

BOOM - È un sabato da urlo anche per Davide Re. Il ligure delle Fiamme Gialle che si è trasferito a Rieti con la banda Milardi brinda ad un fantastico 45.31 nei 400: primato personale abbassato di nove centesimi e soprattutto quinto posto nelle liste azzurre all-time a soli diciannove centesimi dal record italiano del suo compagno di allenamento e di team Matteo Galvan. Il 25enne Re, campione italiano in carica e semifinalista mondiale di Londra, già in possesso del minimo per la rassegna continentale, sale anche al quarto posto provvisorio delle liste europee dell’anno e conferma le ottime impressioni già destate al Golden Gala. Nei 400 timbra la seconda prestazione di sempre Michele Tricca, il finanziere piemontese che a sua volta si allena a Rieti, il cui 46.23 di oggi è secondo soltanto al 46.09 del 2011 in quella strepitosa stagione da junior. Francesco Cappellin (Aeronautica) corre 47.24, Lorenzo Valentini (Fiamme Gialle) 47.53.

VIDEO | Il 45.31 DI DAVIDE RE A GINEVRA

GLI ALTRI - E si rivede in pista proprio Galvan. Il vicentino rinato al Guidobaldi di Rieti sceglie i 200 per il suo ritorno ufficiale dopo quasi un anno di assenza (ultima gara a Barcellona il 23 luglio scorso). Il primo sprint è da 21.02 con vento nullo, settima piazza nella serie principale, vinta dal bronzo olimpico Christophe Lemaitre (20.35). È settimo Leonardo Capotosti (50.67) nei 400hs, ottava Giulia Latini in 13.73 nei 100hs.

naz.orl.


Davide Re in azione a Ginevra (foto Vinco/Twitter)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate