Corri per la Befana e Campaccio: inizio 2020 top

07 Gennaio 2020

A Roma nel giorno dell'Epifania tantissimi atleti al Parco degli Acquedotti. Vincono Amaniel e Salvatori. E nel primo evento di cross dell'anno vanno forte i giovani


 

di Moreno Saddi

Questo lunedì 6 gennaio, giornata dell’Epifania, grande manifestazione a Roma per la 28esima edizione della “Corri per la Befana”. Primo evento dell’anno su un percorso misto: stradale-campestre. Da San Giorgio su Legnano in provincia di Milano, invece, le notizie dal mitico Cross del Campaccio arrivato alla 63esima edizione, con la presenza di alcuni atleti laziali.

ROMA – Per l’Epifania del 6 gennaio, splende il sole al Parco degli Acquedotti nella zona di Cinecittà, per la 28esima edizione della Corri per la Befana. Manifestazione organizzata dalla Roma Road Runners Club, con il patrocinio della Regione Lazio, del Municipio Roma VII di Roma Capitale, della FIDAL Lazio e del Centro Sportivo Italiano (Comitato di Roma e Lazio). Si è svolta la gara competitiva di 10,1 km e due gare ludico motorie non competitive di 10,1 km e la Befana Happy Run di 3 km.

ASPETTANDO LA BEFANA – Domenica 5 gennaio, presso il campo sportivo della chiesa di San Policarpo si sono svolte due importanti attività: “Conosci l’Atletica” uno stage con allenamento gratuito condotto da istruttori del C.S.I. e della FIDAL, aperto a tutti i bambini dai 5 fino ai 15 anni. Al termine le “Volate della Befana”- Memorial Stella Manzi, composte da batterie di 50 metri. Alle 11.30 c’è stata la “Befana Run-Take”, iniziativa in collaborazione con Retake Roma Sezione Appio Claudio, con presentazione attività dell’associazione e aggiornamento sui progetti in essere, anche in collaborazione con Roma Road Runners. Gara di Plogging (corsa con raccolta rifiuti), con assistenza dei volontari e premiata la squadra che ha raccolto più rifiuti.


Sorteggiato tra tutti i bambini/e compresi nell’età di 4 e 10 anni, partecipanti alle attività di “Aspettando la Befana” (atletica, educazione ambientale e plogging), un pacchetto festa di compleanno, offerto da Oasi Park. Presente anche l’associazione volontari cani, con le dimostrazioni di salvataggio.

LA GARE – Alle gare della 28esima edizione della “Corri per la Befana” hanno partecipato in totale, tra tutte le varie distanze competitive e non, oltre 2500 atleti. Presente anche un’atleta d’eccezione come Gelindo Bordin, oro olimpico a Seul 1988 che, ha corso I 10,1 km della non competitiva come allenamento alla prossima maratona di Boston è stato omaggiato con una targa ricordo da Patrizio Mancini, presidente della Roma Road Runners Club. Una giornata bellissima, ma nelle prime ore della mattinata abbastanza fredda e che ha permesso a tutti i partecipanti di apprezzare l’affascinante e ormai consolidato percorso immerso nel Parco degli Acquedotti. Partenza dalla Circonvallazione Tuscolana, percorrendo tutta via Capannelle fino alla via Appia e lasciarla per entrare nel parco da viale Appio Claudio, fino all’arrivo in via Lemonia.

Uomini. Il vincitore assoluto è stato Freedom Amaniel della Forum Sport Center, al traguardo con il tempo di 31:30. Seguito ad appena cinque secondi da Mohamed Zerrad (Atl. Biotekna Marcon/31:35). Conquista il terzo posto Domenico Liberatore (Podistica Solidarietà/32:32). Al quarto e quinto posto si classificano Nicolas Pavoni (RCF Roma Sud/32:58) e Matteo Moretti (Running Evolution/33:06).

Donne. La vincitrice assoluta è stata: Paola Salvatori della U.S. Roma 83, conclude la gara con il crono di 36:50, molto distante la seconda arrivata Giulia Pranteda (G.S. Bancari Romani/39:29). Terza Manuela Piccini (Atletica La Sbarra/39:50). Seguono al quarto e quinto posto: Irene Spaziani (A.S.

Amatori Villa Pamphili/40:10) e Virginia Petrei (ACSI Italia Atletica/40:10).

PREMIAZIONI – Il campo sportivo dell’oratorio di San Policarpo ha ospitato le premiazioni in cui sono intervenuti Gelindo Bordin, Salvatore Bettiol ex maratoneta, bronzo in Coppa del Mondo di maratona nel 1987 a Seul e vincitore di quattro titoli nazionali e l’Onorevole Roberto Roberto Morassut, sottosegretario al Ministero dell’Ambiente.

(foto di Giuseppe Patrizi/Roma Road Runners Club)

*****

SAN GIORGIO SU LEGNANO (Milano) – La prima campestre dell’anno per eccellenza è il Cross del Campaccio, consolidata manifestazione arrivata alla 63esima edizione. Organizzata da sempre dall’Unione Sportiva Sangiorgese.

I NUMERI DELL’EVENTO – Sono stati oltre 2000 partecipanti a gareggiare sui prati di San Giorgio su Legnano, quarta tappa del World Athletics Cross Country Permit. Come sempre la partenza e l’arrivo per tutte le gare si è svolto all’interno della pista del Centro Sportivo “Angelo Alberti”. La manifestazione dagli inizi fino ai giorni nostri, ha attraversato diversi cambiamenti che hanno riguardato l’ingresso di alcune categorie maschili e femminili dopo parecchi anni dagli esordi!

GLI ATLETI LAZIALI – Hanno ben figurato in questa competizione diversi atleti laziali. Tra i giovani Davide De Rosa, nella categoria cadetti, secondo al traguardo in 8:18 sui 2500 metri circa del tracciato. L’atleta dell’Esercito Sport & Giovani, si è dovuto arrendere solo a Lorenzo De Fanti del G.S. Quantin Alpenplus (8:09). Nei 6 km della categoria juniores, Matteo Barba delle Fiamme Gialle Simoni è 17esimo, con il tempo di 19:56. Poco più di un minuto il distacco dal vincitore Abderrazzak Gasmi della Toscana Atletica Futura (18:44).

TUTTE LE FOTO



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate