Corsa su strada, che weekend

16 Aprile 2019

Giro delle Ville Tuscolane, Maratonina della Cooperazione e Parco Talenti Race fanno il pieno di partecipanti. I risultati di un fine settimana di eventi tra i Castelli Romani e la città


 

di Moreno Saddi

Tre manifestazioni di grande prestigio e molto partecipate, si sono svolte questa metà  d’aprile, sfidando e vincendo il meteo altalenante. Fascino, storia e promozione del territorio: questa la formula delle tre gare perfettamente riuscite, il Giro delle Ville Tuscolane ai Castelli Romani, la Maratonina della Cooperazione e quella del Parco Talenti Race a Roma.

GIRO DELLE VILLE TUSCOLANE – L’Atletica Tusculum ha organizzato la 19esima edizione del Giro delle Ville Tuscolane, inserita nelle manifestazioni del “Corto Circuito Run”. Gara di 10 km su terreno collinare, misto sterrato e asfalto. Nell’antica Villa dei Torlonia lo scenario dell’evento, che ha visto quest’anno il record d’iscritti: 1000 i pettorali già esauriti da tempo. 
PERCORSO - Basta la parola “straordinario”, per definire un percorso con la partenza da Villa Torlonia per poi attraversare - o meglio “immergersi” - nelle Ville di Parisi, Mondragone (che ospitava in contemporanea la manifestazione “Orchidee dal mondo”), Falconieri, con il passaggio su uno dei sentieri che porta al Tuscolo, Tuscolana, Rasponi, Aldobrandini e ritornare a Villa Torlonia. Partecipanti arricchiti e pieni di gioia per aver corso in un affascinante territorio come quello Castelli Romani, pieno di storia millenaria. “Un ringraziamento doveroso va alla Polizia Municipale di Frascati, per la sicurezza assicurata ai partecipanti lungo tutto il percorso” fanno sapere gli organizzatori.
LA GARA - Un giro che ha presentato alcune novità, tra cui il cambio di data (fino all’anno scorso coincideva con la Pasqua), ma che è riuscito a riportare tanti romani ed anche molti “fuori provincia” nella città del vino, offerto a tutti i “finisher” della gara dall’Atletica Tusculum. Il lungo serpentone dei mille atleti partecipanti, ha riempito con i suoi colori le strade della città. Hanno sfilato insieme al re dei runner, Giorgio Calcaterra lungo le vie del centro, sotto lo sguardo dei frascatani. Il percorso, per le sue caratteristiche dei vari cambi di pendenza e tratti sterrati, era appannaggio degli atleti più esperti e dotati muscolarmente. Un piccolo gruppo, che ha mantenuto un ritmo accettabile, si è man mano disgregato con l’avvicinarsi dell’arrivo. Calcaterra, ha chiuso al 17esimo posto, alla sua prima partecipazione e reduce da un infortunio: “Mi sono accontentato e ho voluto onorare la gara, perché l’importante è esserci!”. Campo libero dunque per la vittoria di Simone Valentini (Urbe Runners), che chiude in 35:52, seguito a debita distanza da Mirko Cavassini (SS Lazio Atletica Leggera) in 36:22, terzo Luca Stagno (Etnatletica S.Pietro Clarenz), in 36:35. Tra le donne vince Pamela Gabrielli (Go Running), che passa sotto l’arco di arrivo con il tempo di 40:02, qualche secondo dopo, Paola Salvatori (US Roma 83), in 40:26, chiude il podio femminile, Daniela Tani (Free Runners), in 43:23. L’organizzazione dà l’appunatamentoal prossimo anno: si corre la 20esima edizione.

MARATONINA DELLA COOPERAZIONE – È arrivata alla soglia delle 40 edizioni, la storica Maratonina della Cooperazione, che si svolge nel quartiere di Colli Aniene. Valida anche, come l’ottava edizione della “CorriFlavio”. Organizzata dalla Polisportiva Colli Aniene, Cat Sport ed il Comitato Corriflavio. Si è disputata la gara competitiva di 10 km e una Mini Run di varie distanze per i più piccoli.
LONGEVA - Ecco, dunque, un’altra manifestazione tra le più durature della regione. Oltre alla competitiva, si è corsa anche la 34esima edizione della “Stracollianiene”, organizzata apposta per i bambini delle scuole materne circa 300 metri, elementari e medie di circa 3 km. Un appuntamento molto atteso dai corridori per la perfetta organizzazione e il bel percorso e anche dai residenti per la gioia di vedere i loro ragazzi sfidarsi per la conquista del trofeo interscolastico della “Stracollianiene”. Oltre quattrocento i ragazzi, provenienti dagli Istituti che aderiscono all’iniziativa: Istituto Comprensivo Santi, Istituto comprensivo Balabanoff  Scuola materna Grotta di Gregna,  Scuola materna Mary Poppins, Scuola materna Franceschini, Scuola materna Sommovigo. Il commento di Carlo Campobasso della Polisportiva Colli Aniene: “Tra mille difficoltà, soprattutto in questi ultimi anni siamo un avamposto di resistenza per il quartiere, siamo vicini alle scuole con cui abbiamo stabilito un bel rapporto, prova ne è la partecipazione alla gara di tanti bambini il cui premio finale incorona la scuola con il maggior numero di partecipanti. È bello assistere ogni anno alla sana lotta che si scatena tra le scuole. Cerchiamo di essere presenti nel nostro quartiere soprattutto con la finalità di avvicinare giovani e giovanissimi all’atletica, sport nobile che purtroppo paga più di altri la carenza di impianti unitamente al poco appeal rispetto ad altre discipline sportive”.
AL TRAGUARDO - Quasi 500 i concorrenti che hanno affrontato un percorso abbastanza pianeggiante, stando attenti ai cambi di direzione, talvolta repentini che imponeva il tracciato cittadino. Compatto fino alla fine il gruppo di testa, solo all’avvicinarsi del traguardo lo sprint, che vede premiare Martin Lynas (Podistica Primavalle), tempo finale 34:28, secondo Fabio Bedini (Calcaterra Sport), in 34:45, terzo Marco Bornetti (Anguillara Sabazia Running Club), in 34:51. Al femminile la portacolori della neonata Athletica Vaticana, Sara Carnicelli, vince con il crono di 37:35, segue Angelica Apuzzo (ACSI Italia Atletica, 38:42) e terza Federica Livi (Podistica Solidarietà, 39:54).

PARCO TALENTI RACE – Esordio per una nuova manifestazione, la prima edizione della Parco Talenti Race, promossa e organizzata da Italia Marathon Club, inserita nel circuito eco-sostenibile “Roma Green Races”, il cui tracciato, ha preso l’intero parco omonimo di recente apertura al pubblico. Tantissime le persone al via alla 8 km competitiva e non competitiva, oltre 200 bambini dai sei ai dodici anni nelle distanze brevi e, per finire, una dimostrazione di marcia sui 3 km.
LE FINALITÀ - La Parco Talenti Race è inserita in un circuito di corse ed iniziative di running, un progetto creato da Italia Marathon Club, da sempre impegnata in eventi innovativi, ed è aperto a tutte le organizzazioni che vorranno aderire. Roma Green Races ha come obiettivo l'eco sostenibilità, con l'utilizzo di aree verdi e pedonalizzate, ristori circoscritti e razionalizzati, diminuzione della logistica e soprattutto con percorsi a minimo o nullo coinvolgimento di strade trafficate. Le migliaia di runner che parteciperanno alle gare o alle iniziative di Running aderenti al circuito, automaticamente, saranno testimonial green. Tra i partner della manifestazione la Regione Lazio, Roma Capitale Municipio III, Acqua Claudia, Acqua Nocera Umbra, Corriere dello Sport Stadio, e le associazioni ong “Guscio di noce” e “Si Può fare Onlus”, entrambe a sostegno dei ragazzi con disabilità fisiche e mentali.
I VINCITORI - I corridori, hanno affrontato il percorso di 8 km, suddivisi in due giri da 4 km, misto: cemento, prato e sterrato; ondulato e diversi saliscendi. Hanno valorizzato questo incantevole parco, che nella prova competitiva, ha visto primeggiare l’atleta del Purosangue Athletics Club, Francesco Fagnani con il tempo di 27:09, alle sue spalle arriva secondo Giacomo Marcelli (Olibanum Overrunners, 27:44), terzo Fabio Solito (OSO Old Stars Ostia, 27:57). Senza rivali, la prima delle donne, Giovanna Ungania (OSO Old Stars Ostia), tempo finale 32:42, distanzia di un paio di minuti, Carola Norcia (Podistica Solidarietà, 35:26), terza Tatiana Sharonova (Runcard, 36:50).


Parco Talenti Race (foto Marchese)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate