Eyof, a Baku Morseletto 5°, Caldarini nona

27 Luglio 2019

Si chiude per i quattro laziali convocati l'esperienza in Azerbaijan. Oltre al triplista e alla mezzofondista, ottavo posto per Benedetti nel peso. Cappabianca fuori dalla finale di poco


 

Si è chiusa la rassegna dellEyof a Baku per gli atleti dal Lazio. In Azerbaijan, al Festival olimpico della gioventù europea riservato agli under 18, a marcare la presenza lazialenell'ultima giornata di competzioni ci hanno pensato la mezzofondista Livia Caldarini e il triplista Federico Morseletto. Dopo l'ottavo posto di Benedetta Benedetti nel peso, arrivano altri due risultati per i ragazzi impegnati nell'evento azero.

MORSELETTO - Nel triplo, Federico Morseletto (Studentesca Milard) saluta l'Azerbaijan con un quinto posto. Il campione italiano U18 della Studentesca Rieti Milardi, recentemente incoronato ad Agropoli e che proprio con quel titolo ha guadagnato il pass per l'Eyof, chiude la rassegna con la misura di 14,90. 

CALDARINI - Capitolo 1500: mattina di finale anche per la doppia tricolore (800 e 1500) Livia Caldarini (Studentesca Milardi), dopo la cancellazione delle qualificazioni. La romana (doppia campionessa italiana U18, negli 800 e nei 1500) è nona a Baku in 4:35.92. Vittoria alla tedesca Antje Pfueller in 4:28.89.

ALESSIA E BENEDETTA - Nei giorni scorsi, Benedetta Benedetti (Studentesca Milardi) ha chiuso ottava la rassegna europea riservata agli under 18 nel peso (15,77, a due centimetri dal PB) mentre Alessia Cappabianca (Esercito Sport&Giovani), nei 200, è stata la prima delle escluse dalla finale (24.63, +1.1). 

ch.di.

File allegati:
- IL RACCONTO DI FIDAL


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate