Ecco Giorgi nella 50 km: ''Può accadere di tutto''

18 Maggio 2019

In Coppa Europa di marcia ad Alytus è pronta al debutto nella distanza più lunga: "Un mix di emozioni, aspettative e paura". Otto azzurri nella specialità, De Luca il veterano


 

di Nazareno Orlandi

Il giorno che Eleonora Giorgi aspetta da mesi. È tutto pronto in Coppa Europa ad Alytus (Lituania) per il debutto della 29enne lombarda delle Fiamme Azzurre nella 50 km di marcia (alle 7 ora italiana, diretta streaming QUI). La vigilia scorre tranquilla: una quarantina di minuti di allenamento appena sveglia, un po’ di relax con le altre cinquantiste azzurre, qualche “storia” su Instagram per raccontare l’attesa (ed esorcizzarla). Se il futuro della 50 km è nella nebbia, il domani è un’occasione da non perdere: “Manca soltanto un giorno e sono curiosa, vivo un mix di emozioni, aspettative e un po’ di paura - ammette -. Sono carica, l’ho preparata bene e sono sicura che anche a squadre potremo fare un grande risultato”. La sua stagione ha già dato spunti confortanti, prima nella 35 km di San Giorgio di Gioiosa Marea a fine gennaio, poi nella 20 km del match internazionale di Podebrady, vinta col miglior tempo personale degli ultimi quattro anni (1h27:46). “Vado con un po’ di inconsapevolezza non avendo mai gareggiato su questa distanza - osserva - vorrei partire sotto i 5 minuti al chilometro e spero di arrivare relativamente fresca per gli ultimi dieci. La 50 km è una gara lunga, sono al debutto e può capitare davvero di tutto. Le mie compagne mi hanno dato consigli…”.

POKER AZZURRO - Se la romana Mariavittoria Becchetti era stata la prima donna sulla 50 km in maglia azzurra a Taicang, qui le interpreti diventano quattro. Oltre a Giorgi e alla stessa Becchetti (Cus Cagliari), che ripete un paragone quasi onirico (“per me questa specialità è come un viaggio”), saranno fasciate d’azzurro anche la bergamasca Federica Curiazzi (“Siamo una delle tre nazioni che schiera la formazione completa, e mi piacerebbe limare qualcosa al tempo di Dudince fatto a marzo”) e la 21enne matricola Beatrice Foresti, anche lei, come Curiazzi, dal vivaio dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter: “Non vedevo l’ora, sono molto emozionata e felice di essere in questa squadra super”. Un team che deve trottare senza indugi se vuole il podio, mentre per il titolo individuale l’indiziata numero uno è la portoghese campionessa del mondo ed europea Ines Henriques.

VIDEO | GIORGI CERCA RISPOSTE: "PUÒ SUCCEDERE DI TUTTO"

UOMINI, MISSIONE PODIO - Quattro macchie d’azzurro anche nella 50 km al maschile (alle 7 italiane), non senza ambizioni di podio a squadre e con il veterano romano Marco De Luca (Fiamme Gialle) verso la settima esperienza in Coppa Europa: “Sono qui per dire la mia anche stavolta - assicura il 38enne, due volte secondo nel 2011 e 2015 - È una tappa di passaggio, perché l’appuntamento più importante è il Mondiale di Doha, però devo conquistarlo sul campo, e come avversari non ho soltanto gli stranieri ma per la classifica individuale anche tre giovani italiani ai quali dovrò stare molto attento”. Forte dell’argento di due anni fa a Podebrady, il team della 50 km ci riprova. Il maceratese Michele Antonelli (Aeronautica) scalpita dopo l’exploit in Repubblica Ceca nel 2017, quando conquistò la terza piazza a sorpresa: “Mi sono preparato bene e sarò concentrato per portare a casa il posto per Doha. Vengo purtroppo da un ritiro agli Europei di Berlino, quindi per me è importante finire la gara con consapevolezza e sicurezza”. L’aria di Alytus non è nuova al sassarese Andrea Agrusti (Fiamme Gialle): “Sono stato qui tre anni fa per il meeting. È la mia seconda Coppa Europa e non nascondo che c’è sempre un po’ d’emozione. Oltre alla prova individuale, voglio un bel risultato perché è importante per il gruppo”. Ancora non realizza di avere addosso i colori della Nazionale il barese Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo), al primo “cap” con il team assoluto: “Una grande emozione inaspettata - dice con gli occhi che brillano - Sono qui dopo la rinuncia di Leonardo Dei Tos e punto a divertirmi, a godermi questa esperienza: è un’incognita, sono alla quarta 50 km negli ultimi otto mesi. Cercherò il personale”.

VIDEO | UOMINI PRONTI: "ESPERIENZA E NUOVE LEVE"

ISCRITTI/Entries - ORARIO/Timetable - DIRETTA VIDEO STREAMING - LA SQUADRA ITALIANA - TUTTE LE NOTIZIE/News - LE PAGINE EA SULLA MANIFESTAZIONE - IL SITO DELL’EVENTO

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Gli azzurri della 50 km (foto FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 COPPA EUROPA DI MARCIA