Incerti seconda alla mezza di Verona

19 Febbraio 2018

La siciliana delle Fiamme Azzurre corre in 1h14:01 sui 21,097 chilometri. Vittorie keniane con Kwemoi (1h01:01) e Kiplagat (1h11:59).


 

Decima edizione sulle strade di Verona per la Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, con tre gare in un solo evento e quasi 10 mila al via. Nella prova femminile dominio della keniana Vivian Kiplagat che ha tagliato il traguardo in 1h11:59, lontana dal suo primato personale di 1h09:05 ma le condizioni di giornata, tra asfalto scivoloso e una corsa in solitaria a ritmi tranquilli fino al 15esimo chilometro, non le hanno permesso di fare meglio. Secondo posto come quattro anni fa per Anna Incerti (Fiamme Azzurre), la campionessa europea di maratona nel 2010, all’arrivo in 1h14:01. “Era un test - le parole della siciliana - e non sono certo soddisfatta anche perché nell’ultimo periodo sono stata condizionata da influenza e mal di schiena. Ora so da dove parto per il prossimo intenso periodo di allenamenti che mi porterà a fare una maratona in aprile”. Poi la sarda Claudia Pinna (Cus Cagliari) capace di correre in 1h14:53, quarta Teresa Montrone (Alteratletica Locorotondo) con 1h15:42 e quinta Anna Spagnoli (Edera Atl. Forlì) in 1h17:02, un terzetto che sulle strade veronesi nello scorso autunno era riuscito a occupare le posizioni dalla seconda alla quarta nella rassegna tricolore di maratona.

Anche al maschile, padroni indiscussi della gara gli atleti africani provenienti dagli altopiani del Kenya che monopolizzano i primi quattro posti. Ma non per questo gara poco spettacolare, anzi, il duello spalla a spalla durante tutti i 21,097 chilometri si è risolto solo nella lunga volata finale in piazza Bra con la vittoria di Peter Kwemoi in 1h01:01 davanti a Ishmale Kalale (Atl. Casone Noceto), 1h01:03. Uno sprint durato parecchie centinaia di metri attorno all’Arena per concludersi sul Liston, il salotto buono dei veronesi. Terzo gradino del podio a Reuben Kiprop con 1h02:58, quarto Rodgers Maiyo in 1h03:13. Primo italiano è il piemontese Francesco Bona (Aeronautica) in 1h04:43, mentre conferma le sue doti su strada oltre che in montagna dove è un leader assoluto il trentino Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe), settimo in 1h04:48 per demolire il suo primato personale fissato proprio a Verona un anno fa in occasione del suo esordio nella mezza maratona con 1h05:54”. Un successo anche l’Agsm Duo Marathon, corsa in staffetta, e la nuova Lidl Monument Run, camminata-corsa non competitiva da 5 km che ha toccato i più importanti monumenti scaligeri.

(da comunicato stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: