Il Gruppo Giudici Gare? Non si ferma...

27 Marzo 2020

Nasce una pagina Facebook che raccoglie il mondo di una parte imprescindibile dell'atletica. E anche se questo periodo impone a tutti di restare a casa, la passione non s'arresta

 

di Moreno Saddi

Il Gruppo Giudici Gara (G.G.G.), si attiva su Facebook: così i giudici ci comunicano la loro vicinanza, anche con brevi cenni della figura del giudice, della loro storia e un caro ricordo del collega Gianni Orsini.

In questo periodo di pausa di qualsiasi attività sportiva, a causa del Coronavirus, il gruppo giudici gare a nome del fiduciario nazionale Luca Verrascina, fa sentire la sua vicinanza. Lo fa con una nota, che riportiamo di seguito.

IL GRUPPO GIUDICI GARE – È ovunque ci sia atletica. Nelle gare promozionali dove il divertimento coinvolge piccoli e grandi, quando i nostri atleti crescono e sognano di diventare campioncini, nell’attività istituzionale a garantire regole uguali per tutti a società ed atleti, nello sport “di strada” dove la passione non conosce limiti, anche di età, con il sole o la pioggia, caldo e freddo. Il Gruppo Giudici Gare rappresenta l’essenza più vera del “praticare” atletica per passione.

L’INIZIATIVA DEI SOCIAL - In un momento in cui, per pura e drammatica necessità, la vita reale si incrocia in modo massivo con quella dei social network, il GGG decide di sbarcare su Facebook con una pagina ufficiale gestita direttamente. Chi deciderà di seguirci (l’invito è aperto a chiunque ami l’atletica leggera) troverà informazioni, circolari, interpretazioni regolamentari (quelle ufficiali), link interessanti e curiosità, oltre che foto e testimonianze della nostra attività. Siamo sempre stati una community “da campo”, oggi il campo diventa tutta Italia ed anche oltre, ma lo spirito di abnegazione, la passione, la competenza sono sempre gli stessi, a portata di smartphone!

VI ASPETTIAMO! -  In questo momento difficile per il nostro paese, per moltissime famiglie tragico, il pensiero di tutto il Gruppo va a chi è toccato da questo dramma.

Lo stare insieme, anche solo in forma virtuale, deve aiutarci a guardare avanti, rispettando quanto ci è stato chiesto e sperando di rivederci presto sui campi.

Il sito GGG ospitato sul portale FIDAL - La pagina Facebook - L’indirizzo e-mail per l’invio di materiale ggg@fidal.it

CHI SONO I GIUDICI - Dalla prefazione di "Storia dell'Atletica" di Luciano Serra: "L'atletica è universale perché rimane il più naturale degli sport, perché tutti i grandi giochi sportivi terrestri le prendono in prestito i suoi elementi: la velocità, la resistenza, la distensione e la forza. Di tutti gli sport, l'atletica è quella che lascia meno spazio alla valutazione soggettiva". Ecco, i giudici sono quelli ai quali è demandata questa valutazione.

In Italia i Giudici sono inquadrati nel Gruppo Giudici Gare (GGG), quale organismo della Federazione. Tale organismo ha il compito di controllare le manifestazioni di atletica leggera, completa autonomia giudicante e competenza tecnica esclusiva nell'applicare le norme del Regolamento Tecnico Internazionale (RTI) nei regolamenti particolari delle manifestazioni e nelle disposizioni degli organi federali competenti, senza alcun vincolo di subordinazione.

Il Giudice è quindi parte integrante del mondo dell'atletica, come i tecnici ed i dirigenti, su una scena che ha come protagonisti assoluti gli atleti. La complessità di una manifestazione di atletica, con le sue specialità, consente una variegata partecipazione ai diversi ruoli giudicanti, e quindi, anche un altrettanto variegato apporto di professionalità: compiti operativi, sulla pista o sulle pedane, o alla gestione di strumentazioni per la misurazione del tempo e delle distanze, nonché a compiti esterni al campo.

C'è quindi spazio per tutti: è un modo diverso di esprimere il proprio volontariato.

Quale Giudice ti sentirai partecipe della conquista di un record o della perfetta riuscita di un meeting.

RACCONTI DI UN'EPOCA PASSATA - La Storia è fatta di tante piccole storie e l'Atletica Leggera, come ogni fenomeno umano, ha la sua propria storia, fatta di episodi, casualità, incidenti, momenti di gloria o semplici ritratti di donne e uomini.

Gustavo Pallicca è uno dei cantori di queste storie, uno che è passato attraverso 58 anni di tessera e mai in modo banale. È stato giudice ai massimi livelli, dando il "la" alle sinfonie degli uomini più veloci del pianeta attraverso varie generazioni. Ora è un fine cultore della nostra memoria, per immagini e per parole, e può essere particolarmente piacevole starlo a leggere, quasi come si faceva e si fa ancora sui campi di provincia nelle sere d'estate, al termine di ore di gara sotto il sole ma in ottima compagnia, umana e sportiva. 
Quest'anno il GGG compie ben 84 anni. Saranno ricordi che spero non appassionino solo i nostalgici del "prima era meglio" ma attraggano anche coloro, giovani e meno, che considerino come "meglio" il tempo che viviamo, consci che quello che siamo, anche come appassionati di atletica, deriva da tutto quello che Gustavo ci racconterà nell’apposita sezione storica del sito!

GIANNI ORSINI, IL RICORDO - Impegnato, insieme al collega Nicola Bianco, nelle operazioni di misurazione del percorso in vista dello svolgimento della "Mezza maratona del Lago di Vico", in quella domenica del 21 ottobre del 2017, Gianni è stato vittima di un incidente stradale, investito da un automobilista. Le lesioni riportate si sono rivelate purtroppo fatali tanto da determinarne praticamente l'immediato decesso del nostro amato collega, ricordano i giudici. Giudice Regionale di grande esperienza e professionalità, sue le specializzazioni quali: UTR, Misuratore di Percorso, operatore EDM e soprattutto Direzione Tecnica la sua vera passione. Quest'ultima gli richiedeva a volte anche capacità di inventiva ed adattamento dal momento che le gare si svolgono dai campi più attrezzati (dove si ha a disposizione tutto ciò che serve) a quelli dove le capacità del Direttore Tecnico fanno la differenza. Conosciuto su tutti i campi di gara del Lazio e non solo, sempre pronto a rispondere alle convocazioni. Una garanzia di efficienza e sicurezza anche nelle manifestazioni più impegnative. Formidabile la sua conoscenza del Regolamento Tecnico, che spesso citava a memoria, ed applicava coscienziosamente. Ci mancano tutte queste sue doti umane. Da due anni si svolge un Memorial a lui dedicato, collegato alla prova regionale del campionato italiano di società assoluto su pista.

Tutto il materiale è proveniente dalle fonti GGG, foto FIDAL, Giancarlo Colombo, GGG.




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate