Il ritorno di Howe illumina il Guidobaldi

13 Maggio 2018

Il reatino dell’Aereonautica tuona nei 200 metri e a Rieti c'è anche Filippo Tortu: esordio da 10.16 nei 100. Chigbolu ok nei 200


 

La giusta cornice di pubblico delle gare giovanili ha fatto da teatro alle grandi sfide delle gare del settore assoluto con in pista tanti atleti della nazionale italiana che ha fatto divertire il pubblico sugli spalti. Ad infuocarlo ci hanno pensato Filippo Tortu (Fiamme Gialle) e Andrew Howe (Aereonautica) che nel pomeriggio reatino hanno aperto la loro stagione con due ottime prestazioni. Con loro in pista anche le staffettiste azzurre, la reatina Maria Enrica Spacca (Cs Carabinieri) e Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) nei 200 metri. Grande gara dei 400 ostacoli con tre atleti sotto i 50’’ 

TUTTI I RISULTATI DELLE GARE EXTRA

TORTU E HOWE ALL’ESORDIO — Il velocista delle Fiamme Gialle esordisce nei 100 metri nella pista reatina. Caloroso il pubblico con il giovane fenomeno dell’atletica Italiana che ripaga i presenti con un buon 10.16/+1.5, minimo per gli Europei di Berlino e sua seconda miglior prestazione di sempre sulla distanza. Il reatino Howe poco dopo Tortu torna a gareggiare nella sua pista e nei suoi amati, ma allo stesso tempo odiati 200 metri. Ottima la sua prova che lo vede sfrecciare e vincere sul rettilineo sotto la tribuna velino con il tempo di 20.73/-0.1. Alle spalle di Howe si classifica l’atleta delle Fiamme Gialle Davide Re, quattrocentometrista che si allena proprio al Guidobaldi, che chiude la sua prova con 20.99, prima volta sotto i 21’’ in carriera 

CHIGBOLU E SPACCA — Le due finaliste olimpiche di Rio con la staffetta 4x400 azzurra, hanno gareggiato nella gara dei 200 metri. L’atleta dell’Esercito Maria Benedicta Chigbolu ha vinto la gara con 23.78/+1.3 mentre Maria Enrica Spacca, reatina dei Carabinieri, arriva 5° con 24.54 

BENCOSME VERSO BERLINO — Nella giornata reatina grande gara nei 400 ostacoli dove in tre scendono sotto il muro dei 50’’ e conquistano il pass per gli Europei di Berlino. Tra loro anche Jose Reynaldo Bencosme (Fiamme Gialle) che arriva terzo con il tempo di 49.71 nella gara vinta da Mario Lambrughi (Riccardi Milano) che con 48.99 fa segnare la miglior prestazione Europea dell’anno.

Lorenzo Bufalino



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate