Indoor Ancona, quanto Lazio sotto i riflettori

20 Gennaio 2020

Moretti, Zanetti e Trgovcevic-Di Panfilo in evidenza tra gli uomini. Doppietta Caldarini e buon esordio per Draisci tra le donne. Gherca si ferma a 4 metri. 


 

Weekend di competizione ad Ancona con tanti laziali partecipanti e protagonisti. Ecco chi si è messo in evidenza.

UOMINI – Sono 60 velocissimi quelli di Ancona: vince Nicolas Artuso (Fiamme Gialle/6.76) ma si fa notare il 26enne Antonio Moretti (Atl. Futura Roma) che riesce a migliorarsi due volte con 6.78 in finale dopo il 6.81 vittorioso della batteria.  Nelle 7 serie degli 800 il migliore è Mihai Razvan Vasiliu (ACSI Campidoglio Palatino) col suo 1:54.67. Secondo Nicolas Pavoni nei 1500: il portacolori di Rcf Roma Sud chiude la classifica poco dietro il vincitore con 3:53.57.

Nei 3000 è trio laziale al vertice: Luca Zanetti (Atletica Futura Roma) chiude in 8:34.21 registrando anche il nuovo personale; bene anche Marco Ranucci (Studentesca Milardi Rieti) e Daniele Marcelli (8:38.05). Bello anche il confronto sui 60hs: il serbo della Studentesca Luca Trgovcevic in finale corre in 7.92, “trascinando” un altro laziale, Mattia Di Panfilo (Atletica Futura Roma) all’8.08 che vale come nuovo PB. Nei salti, si ferma a 2,00 la corsa di Matteo Di Carlo (Studentesca) nell’alto.

Nel lungo allievi Dario Bressanello (ACSI Campidoglio Palatino) salta 6,85 aggiornando il personale vecchio di due anni.

DONNE – Prima un 7.60 poi un 7.52 in finale: Ilenia Draisci (Esercito) inizia così la sua stagione sui 60 metri. Eloisa Coiro regina dei 400: 54.41 per l’atleta delle Fiamme Azzurre. La junior Livia Caldarini fa bene in 800 e 1500: sue entrambe le gare nella due giorni marchigiana. Negli 800 crono a 2:12.20 e PB per la doppia tricolore U18, seguita da Arianna Bella (Roma Acquacetosa/2:14.98). Sui 1500 4:35.11 e nuovo personale. Nei salti, 4,00 per Maria Roberta Gherca (Atletica Velletri): misura centrata al primo salto, dopo aver centrato sempre al primo colpo 3,60 e 3,80. Tre tentativi falliti a 4,10.

ch.di.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate