Iss-Cr Lazio, studio sui mezzofondisti

10 Maggio 2019

Partecipano 50 giovani atleti di ambo i sessi. Verranno misurate le modificazioni nel tempo delle caratteristiche aerobiche e respiratorie


 

L'Istituto di Scienza dello Sport del Coni ha coinvolto Fidal Lazio in uno studio longitudinale (che durerà circa un anno) su giovani mezzofondisti, maschi e femmine (delle classi di età 2003, 2004 e 2005), mirato a misurare le modificazioni nel tempo delle caratteristiche aerobiche e respiratorie.

LO STUDIO - Il Comitato Regionale Lazio parteciperà allo studio con 50 atleti di ambo i sessi. Gli allenatori e gli atleti coinvolti avranno così l'opportunità di ricevere numerose informazioni riguardanti diversi aspetti fisiologici corrispondenti a differenti velocità di corsa e ai principali aspetti muscolari: la frequenza respiratoria; il volume corrente (ampiezza degli atti respiratori); la ventilazione (quantità di aria respirata ogni minuto); la capacità di consumo dell'ossigeno; la produzione di anidride carbonica; il quoziente respiratorio; il consumo di ossigeno rapportato ai Kg di peso corporeo e al minuto; la percentuale di estrazione dell'ossigeno dall'aria respirata; la frequenza cardiaca. Per quanto riguarda gli aspetti propriamente muscolari, sarà misurata la velocità di espressione della forza degli arti inferiori, l'equilibrio di forza tra i due arti, i tempi di spinta, la componente elastica della corsa. 

LISTA - Il settore tecnico di Fidal Lazio provvederà a stilare una ampia lista degli atleti e delle atlete candidabili per lo studio e quindi contatterà le rispettive società e gli allenatori per chiedere la loro disponibilità di massima. In seguito a tale contatto verrà definita la rosa degli atleti che parteciperanno allo studio e, prima del suo inizio, verrà organizzato presso il Comitato Regionale un incontro con gli allenatori nel corso del quale verranno fornite tutte le informazioni necessarie.  



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate