Jesolo: tre argenti e due bronzi nel day-1

09 Giugno 2018

RISULTATI - Campionati del Mediterraneo under 23: secondi Bianchetti nel peso, Visca nel giavellotto e Chilà nel lungo con super 7,82 a 8 cm dagli Europei di Berlino. Terzi Abdelwahed (3000 siepi) e Di Blasio (martello)


 

Cinque medaglie nella prima giornata dei Campionati del Mediterraneo under 23 a di Jesolo per gli atleti del Lazio vestiti d'azzurro. Carolina Visca e Sebastiano Bianchetti argento nel giavellotto e nel peso, come Gabriele Chilà nel lungo. Tiziano Di Blasio e Ahmed Abdelwahed bronzo nel martello e nei 3000 siepi. Domenica dalle 15 la seconda giornata sempre in diretta su atletica.tv.

TUTTI I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA - GLI ORARI DELLA SECONDA

VISCA ARGENTO - Contro atlete di tre anni più grandi, fa il possibile Carolina Visca (Fiamme Gialle). La vicecampionessa europea juniores del giavellotto si aggiudica un’altra medaglia internazionale (argento) grazie al lancio di 52,25. Troppo forte oggi la turca Tugsuz (del ‘97) che sigla il primato della manifestazione con 57,23. L’altra junior Sara Zabarino (Acsi Italia Atletica) è quarta con 50,16.

BIANCHETTI 19,31 - Argento nel peso per il campione italiano assoluto Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) con 19,31. Misura che trova al quinto lancio, al cospetto del 19,40 del tricolore indoor Leonardo Fabbri (Aeronautica) nel classico duello in pedana tra i giganti . Per il reatino anche altri due lanci sopra i diciannove: 19,23 e 19,18. Il resto della concorrenza si ferma al 18,90 del greco Latifllari.

VOILÀ CHILÀ - Che momento per i ragazzi di Andrea Matarazzo! Esaltato dal 16,73 del compagno di allenamento Simone Forte, spicca il volo anche Gabriele Chilà (Studentesca Andrea Milardi). Il suo 7,82 è risultato tecnico di valore assoluto, a soli otto centimetri dallo standard per gli Europei di Berlino previsto per gli under 25. Il reggino Chilà lo piazza all’ultimo ingresso in pedana, sospinto da un vento al limite del consentito (+2.0). Davanti al ventenne campione italiano di categoria, di stanza all’Infernetto, si insedia soltanto l’argento degli Europei under 23, il finanziere Filippo Randazzo (7,88/+1.1). Serie tutta in crescita per Chilà che prima del botto finale imprime sulla sabbia 7,51/+1.0; x ; 7,67/+1.7; x ; 7,76/+1.8. Primato personale migliorato di quattro centimetri (aveva 7,78 indoor dal febbraio 2016). E ora si può sognare.

SIEPI ABDELWAHED - L’unica medaglia del giorno dalle prove in pista è il bronzo nei 3000 siepi del romano di origine egiziana Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle). L’argento europeo di Bydgoszcz che vive, studia e si allena nelle Marche a Camerino, tiene testa ai migliori (il francese Phelut 8:55.89 e il tunisino Jhinaoui 8:57.74) e chiude in 9:00.01.

DI BLASIO BRONZO - A una settimana dal secondo posto dei Tricolori under 23 di Agropoli, Tiziano Di Blasio centra la medaglia (bronzo) anche ai Campionati del Mediterraneo. Il romano dell’Atl. Futura Roma scaglia il martello a 64,28 (terzo risultato di sempre con il 7.26kg), quanto basta perché lo spagnolo Gonzalez non faccia scherzi (64,04). Il francese Chaussinand fa risuonare la Marsigliese con 68,93, meglio dell’altro azzurro Giacomo Proserpio (66,97) che fa compagnia a Di Blasio sul podio.

DOMINICI QUINTA - Arriva anche un quinto posto dalla marcia. Lo porta a casa Eleonora Dominici (Acsi Italia Atletica) nei 10000, conclusi in 47:58.00.

O.K. MANFREDI - L'argento tricolore under 23 e campione nazionale universitario Thomas Manfredi controlla in batteria nei 200 (21.25/+0.6), senza dissipare troppe energie in ottica finale. Il romano dell'Acsi Campidoglio Palatino, tornato da Agropoli con il primo sub-21 in carriera (20.93) marca il secondo tempo assoluto del primo round.

naz.orl.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate