Lazio in alta quota, 1° Meeting Interregionale sul Terminillo

09 Luglio 2017

Il Lazio è l'under 18 più veloce del centro Italia


 

Si è svolto oggi il 1° Meeting Interregionale "Sulla Vetta del Terminillo", centro sportivo polivalente posto a più di 1.500m slm. Un impianto da sogno che non poteva essere da meno per un evento così importante per gli allievi del Comitato Regionale che hanno avuto l'opportunità di confrontarsi con i migliori atleti provenienti da Toscana, Umbria, Campania e Marche, un'occasione che difficilmente si presenta in calendario se non alle rassegne nazionali. Un meeting Under 18 che dimostra quanto l'atletica laziale sia una certezza nel panorama nazionale a livello di partecipazione con le proprie rappresentative e eventi simili ma soprattutto a livello qualitativo visti i numerosi risultati di spicco della giornata.

Una squadra decisa e di alto livello tecnico, una delle prime a mettersi in gioco è Benedetta Bendetti, la più giovane della squadra (classe '03) che stavolta non va oltre i 13m ma che comunque arriva a segnare un 12,77m, risultato non semplicissimo ad una gara di questo calibro. Invece nessuna è più veloce di Alessia Cappabianca, che vola in scioltezza fermando il crono dei 100m a 12"23. Terzo posto per Riccardo Giordano, il giovane sabino taglia il traguardo a 11"42, un solo centesimo davanti al corregionale Matteo Perugini che purtroppo resta fuori dal podio. Otteniamo ottimi risultati anche dalle discipline tecniche, una dimostrazione concreta delle grandi capacità ed esperienze dei nostri allenatori specialisti, primo tra tutti Alessandro Marvaldi. Il multi-lanciatore romano si avvicina pericolosamente al suo primato personale con il giavellotto da 700g scagliandolo a 54,98m, risultato che comincia a rispecchiare il vero potenziale del ragazzo che comunque si piazza al secondo posto. Argento anche nell'alto per Matteo Di Carlo che raggiunge quota 1,93m, a pochi cm (dalla vetta) dall'oro. Subito dietro Giovanni Dal Forno che si deve accontentare questa volta di 1,85m. Nel doppio giro di pista domina il Lazio grazie a Simone Adamoli con 1'57"14 Luca Zanetti1'57"60, un testa a testa da far tremare le pareti rocciose circostanti. 

Un momento di commozione sfiora i cuori dei presenti alla partenza dei 200m, gara dedicata al grande Andrea Milardi, padre della Studentesca Rieti, dell'atletica italiana e soprattutto di ogni atleta presente in pista e non. Quale soddisfazione quindi veder primeggiare gli atleti laziali in nome di un uomo che ha fatto dello sport e dell'atletica la propria vita. Il più veloce è Mattia Rinaldi con 22"20 e lo segue con 22"44 Lorenzo Benati, il giovane romano dalla struttura avveniristica è uno dei pochi cadetti classe 2002 a far parte della rappresentativa regionale, una promessa che sfreccia già tra gli allievi più veloci d'Italia. Davanti agli occhi di tutti vola Chiara Gherardi, che, così vicina allo sguardo di Andrea, taglia il traguardo con un grandissimo 24"18. Si chiudono i giochi con le staffette svedesi: argento per le donne e meritatissimo oro per gli uomini.

Alla fine dei conti i punteggi decretano il Lazio come regione più forte staccando i compagni della Toscana e delle Marche.

Complimenti all'organizzazione per aver reso possibile una manifestazione all'insegna dello sport e dell'amicizia tra regioni.

 

 Lorenzo Minnozzi

TUTTI I RISULTATI


Premiazione Fabio Martelli (Foto: Alberto Milardi)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate