Londra, laziali sui 400m

06 Agosto 2017

Re si difende, Chigbolu insoddisfatta


 

Davide Re fa sognare tutti gli italiani incollati allo schermo che a dita incrociate scalpitano per una gara che è molto, troppo difficile. Una corsia favorevole, una batteria in cui si trova circondato da lepri e l'appoggio di un paese lo spingono a fare del proprio meglio e a tentare l'agguato al proprio primato personale (45"40). Allo sparo si trova ad inseguire le corsie più veloci e al passaggio di metà gara comincia a notarsi un certo affaticamento che lo porta, sue parole, ad un certo irrigidimento che purtroppo non gli permette di leggere PB sul tabellone dei risultati. Una prestazione che comunque lo porta nuovamente sotto i 46 secondi, 45"95.

Si merita questo mondiale "...grazie all'appoggio del nuovo tecnico Maria Chiara Milardi." Ricorda quando un anno fa, ai campionati italiani, non riusciva a raggiungere la finale, quindi sa di essere stato bravo, ed è contento anche se con quella punta di amarezza per la manciata di decimi che non hanno reso la gara perfetta.

Per la compagna d'allenamento Benedicta Chigbolu una giornata meno felice che insegue in batteria campionesse olimpiche e mondiali, un nome a caso: Allison Felix. Purtroppo non raggiunge per poco il terzo posto che l'avrebbe proiettata automaticamente alla semi-finale e si accontenta di 53"00.

Domani sui blocchi dei 400m hs Marzia Caravelli, in diretta alle 20:30.

 

LM


(Chiara Montesano/Trackarena.com)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate