Menneadi, una festa per Pietro

17 Marzo 2018


 

Una grande giornata di giochi e atletica, di voglia di correre insieme, veloci in pista, come faceva l’indimenticabile Pietro Mennea. Si è svolta questa mattina, presso lo Stadio delle Terme “Nando Martellini” a Roma, la quinta edizione delle Menneadi, manifestazione giovanile di atletica promossa e organizzata dalla Parrocchia di Santa Prisca con la collaborazione di Fondazione Pietro Mennea Onlus, Fidal e Istituto per il Credito Sportivo.

Un evento divenuto ormai tradizione, per ricordare il grande Campione dello sport italiano, a ridosso dell’anniversario della sua scomparsa risalente al 21 marzo 2013, con la presenza di Manuela Olivieri Mennea e del presidente FIDAL Alfio Giomi.

Un forte abbraccio della gente è stata ancora una volta la risposta più eloquente nel dimostrare l’affetto nei confronti di un grande uomo oltre che sportivo, il cui ricordo è doveroso tramandare anche alle generazioni più giovani, a cominciare dai circa 700 giovanissimi accorsi oggi a Caracalla con tanto entusiasmo. Spettacolare la cerimonia di apertura, con le “bandiere di Pietro” a sfilare con i bambini tra le note di “Momenti di Gloria” e dell’Inno di Mameli, imprevisto il piacevole fuori programma, con le Frecce Tricolori a sorvolare lo stadio per l’anniversario dell’Unità d’Italia. Momenti emozionanti, come il lancio dagli altoparlanti della telecronaca di Paolo Rosi dell’oro di Mosca 1980 sui 200 metri, 20 secondi ascoltati e rivissuti con trasporto, seguiti da un lungo applauso.

Il resto lo hanno fatto i bambini in pista, protagonisti nelle loro volate e tutti premiati, sotto lo sguardo degli istruttori delle Scuole di atletica Fidal Lazio, impegnati in una lunga mattinata di giochi con l’atletica sul prato. Una giornata che rimarrà nei ricordi dei tanti bambini presenti, nel segno di Pietro Mennea, che da lassù avrà di certo gradito.


(foto S. Proietti)


Condividi con
Seguici su: