Modalità di accesso a impianti di FIDAL Lazio

09 Marzo 2020

Il presidente di FIDAL Lazio, Fabio Martelli, ha inviato alle società, le modalità e i documenti per l'accesso agli impianti gestiti dal Comitato Regionale: "Uniti ce la facciamo"

 

Il presidente del Comitato Regionale Lazio FIDAL, Fabio Martelli, ha diramato le norme e la documentazione per l’accesso agli impianti gestiti dal Comitato Regionale Lazio.

“In questo momento di forte criticità – dichiara Martelli - vi chiedo di essere uniti più che in ogni momento condiviso insieme negli ultimi anni. Abbiamo vinto tante battaglie e adesso dobbiamo vincere quella più importante: riportare serenità nello sport e in tutte le nostre famiglie.  Di seguito le considerazioni sul tema COVID-19, che tengono conto del nuovo DPCM dell’8/3/2020 e dell’ordinanza della Regione Lazio, anch’essa dell’8/3/2020”.

“Per quanto riguarda l’utilizzo degli impianti in concessione al Comitato Regionale Lazio – dice Martelli - dopo un confronto con il presidente FIDAL Alfio Giomi (legale rappresentante degli impianti) e con il Consiglio Regionale, vi comunico che detti impianti potranno essere utilizzati solo ed esclusivamente dalle Società in possesso di Dichiarazione della Società Sportiva (All. 1); Autodichiarazione dell’interessato (All. 2). La FIDAL si riserva di approfondire con le Autorità competenti il punto G dell’Art. 3 del DPCM 8.3.2020, che consentirebbe lo svolgimento dell’attività all’interno degli impianti”.

“Gli atleti di interesse Nazionale (All. 3) potranno utilizzare gli impianti rispettando i punti 1 e 2, con la possibilità di usufruire del medico della FIDAL presso la Scuola dello Sport – aggiunge il presidente FIDAL Lazio - gli impianti NON saranno fruibili dalle categorie Esordienti e Ragazzi, al fine di evitare un sovraffollamento che non assicuri la distanza interpersonale di 1 metro. Il CR Lazio sospende, in via cautelativa, l’attività delle Scuole di Atletica non potendo, in questo caso, garantire il rispetto delle raccomandazioni del DPCM - Allegato 1, lettera D (mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno 1 mt.)”.

“Per completezza, vista la chiusura delle palestre e degli spogliatoi, tutto il materiale personale e di allenamento dovrà essere riposto all’interno della propria borsa, senza lasciare indumenti, scarpe o altro al di fuori di essa. – aggiunge il numero uno di FIDAL Lazio - Per quanto sopra chiedo la massima collaborazione al fine di traghettare l’atletica italiana a un periodo più positivo. In questo momento è preciso dovere di ognuno di noi usare il buonsenso di un padre di famiglia e ispirarsi all’etica sportiva che il nostro sport ci ha insegnatoIn difetto, non sarà consentito alle Società Sportive in indirizzo lo svolgimento dell’attività sportiva all’interno degli impianti gestiti dal CR Lazio”.  

Sotto, gli allegati per l'accesso agli impianti gestiti da FIDAL Lazio e i riferimenti di legge

File allegati:
- Allegati e riferimenti normativi accesso impianti


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate