Vertical: Magnini e Pasero tricolori, Facchini bronzo

18 Maggio 2019

Davide Magnini campione tricolore assoluto con Patrick Facchini bronzo, Arianna Pasero campionessa under 23: ancora una giornata trionfale per la corsa in montagna trentina ai Campionati Italiani di Chilometri Verticale


 
 

Ai campionati Italiani di KM Verticale di Casto (BS) è spettacolo puro e cadono i record. La fenomenale Austrica Andrea Mayr stravince. In palio c’erano anche gli scudetti tricolori: Valentina Belotti è campione d’Italia femminile, il solandro Davide Magnini (Atletica Valli di Non e Sole) vince gara e titolo maschile lanciando l'ennesima giornata trionfale per il movimento trentino, con il campione uscente Patrick Facchini (Atletica Valchiese) confermato sul podio con il terzo posto ed Arianna Pasero (Atletica Valle di Cembra) campionessa tricolore Under 23.

Casto e la sua gente, le sue frazioni e contrade, l’ABCF Comero più forti della pioggia e di difficoltà atmosferiche che sono state spazzate via da una passione incontenibile.  Al Vertical Nasego edizione 4  si assegnavano oggi i Campionati italiani assoluti, promesse, master e società di Kilometro Verticale ma sul tracciato da 4,3 km di sviluppo per 1000 metri di dislivello dal capoluogo alla spettacolare Corna di Savallo si è giocato a ben più alto livello, con una sfida che rimane memorabile anche per merito della presenza di numerosi campioni internazionali.

La gara femminile è stata disputata per prima, con partenza alle ore 10.00 dal municipio di Casto Capoluogo per raggiungere il traguardo posto a 1.430 metri sul livello del mare.

L’attesa era tutta per lei, per la leggenda vivente di questo sport, l’austriaca Andrea Mayr, e la leggenda non ha deluso! La 6 volte iridata ha distrutto il record, abbassandolo di quasi 5 minuti (era 43’09”) e fermando le lancettte su un incredibile 38’39” , relegando a 3’59” la 2^ classificata, la pur brava Rwandese Primitive Nyriora.

Gara davvero mai in discussione, troppo lo strapotere di un’atleta che continua, impresa dopo impresa, a scrivere pagine di storia autentica del mountain running.

Lo spettacolo non è mancato alle loro spalle, dove è andata in scena la caccia al titolo tricolore che ha visto al fine prevalere una fantastica Valentina Belotti che, come troppe volte le sta accadendo ultimamente, si è dovuta completamente reinventare dopo essere stata afflitta dapprima dall’ennesimo infortunio al tendine achilleo e poi da una polmonite che le ha permesso di tornare ad allenarsi solo da poche settimane.

La sfida era annunciata, lei contro Elisa Sortini, la migliore azzurra dell’ultimo mondiale e la campionessa in carica di km verticale. Dopo una seconda parte di gara di lotta furibonda, che per un attimo l’aveva lasciata sola sulle tracce della Nyriora, la vittoria ed il titolo italiano sono andate a Valentina, la camuna di Temù in forza all’Atl. Alta Valtellina.

Per lei l’ennesimo titolo di una carriera super, con un crono finale, 43’06”, che le sarebbe valso il record, visto che è stata capace di andare anche lei sotto il suo precedente primato.

Elisa Sortini 4^ generale ed argento italiano, 5^ la Polacca Katarzyna Kuzminska, mentre ad ascoltare l’inno di Mameli in 6^ posizione generale ma 3^ Italiana, è la sorpresa di giornata Corinna Ghirardi.

Record e pronostici rispettati anche al maschile, cade il regno di Patrick Facchini ed inizia verosimilmente quello di Davide Magnini. Il “piccolo principe” della Val di Sole strapazza la nutrita truppa degli avversari e si prende titolo italiano, vittoria generale e soprattutto il nuovo record, perché da oggi è il suo 35’17” a comandare, archiviando il pur eccellente 35’31” del Cow Boy Facchini, stabilito nel 2017.

Non sono mancate anche qui le sorprese, l’upset è stato subito alle spalle del “Magno”, con il marocchino tesserato Tornado Running, Elhousine Elazzaoui, che non annunciato negli elites allo start si è andato a prendere la 2^ piazza finale grazie ad una gara di grande aggressività che ha colto di sorpresa i maggiori indiziati della vigilia. 3° generale ed argento italiano all’altoatesino Hannes Perkmann, abbonato al podio qui a Nasego, al 4° e 5° posto della generale due autentici fuoriclasse del panorama internazionale, il giovane transalpino Sylvain Cachard ed il fuoriclasse scozzese Andrew Douglas a precedere il 7° assoluto, ma medaglia di bronzo tricolore, Patrick Facchini.

Grandissima festa in casa della Società organizzatrice ABCF Comero, soddisfatta per i numeri e per il gradimento del primo round tricolore. Una sfida organizzativa che è però solo a metà del guado, domani infatti si replica con il piatto forte rappresentato dalla super classica monumento, il Trofeo Nasego, campionato italiano lunghe distanze e, al pari del vertical, evento inserito nel calendario internazionale della WMRA ed accreditato per i punti del Mountain Running World Ranking.

 

TOP TEN DONNE

1.      Andrea Mayr (Austria) SVS Schwechat – 38’39” – nuovo record

2.      Pimitive Nyriora (Rwanda) GS Orecchiella Garfagnana – 42’38”

3.      Valentina Belotti (Italia) Atl. Alta Valtellina –  43’06” – CAMPIONE D’ITALIA KM VERTICALE 2019

4.      Elisa Sortini (Italia) Atl. Alta Valtellina – 44’40”  – 2^ campionato italiano Km Verticale 2019

5.      Katarzyna Kuzminska (Polonia) Atletica Canavesana – 45’34”

6.      Corinna Ghirardi (Italia) US Malonno – 45’45” – 3^ campionato italiano Km Verticale 2019

7.      Camilla Magliano (Italia) ASD Pod. Torino – 46’39”

8.      Chiara Giovando (Italia) Atl. Monte Rosa Fogu A. – 47’52”

9.      Roberta Ciappini (Italia) La Recastello Radici Group – 48’05”

10.    Arianna Pasero (Italia) Atl. Valle di Cembra – 48’26”

TOP TEN MASCHILE

1.      Davide Magnini (Italia) Atl. Valli di Non e Sole – 35’17” –  CAMPIONE D’ITALIA KM VERTICALE 2019

2.      Elhousine Elazzoui (Marocco) Tornado Running – 35’38”

3.      Hannes Perkmann (Italia) Sportler Team – 36’13” 2° campionato italiano Km Verticale 2019

4.      Sylvain Cachard (Francia) EA Grenoble – 36’29”

5.      Andrew Douglas (GBR) Iverclyde AC – 36’42”

6.      Patrick Facchini (Italia) SA Valchiese –  37’01” – 3° campionato italiano Km Verticale 2019

7.      Henri Aymonod (Italia) Corrintime – 37’27”

8.      Tiziano Moia (Italia) Gemona Atletica SRL – 37’35”

9.      Micheal Galassi (Italia) Timaucleulis – 37’49”

10.    Andrea Rostan (Italia) Atl. Saluzzo – 38’02”

 

I Campioni Italiani 2019 di categoria:

Promesse donne: Arianna Pasero (Atl. Valle di Cembra)

Promesse uomini: Davide Magnini (Atl. Valli di Non e Sole)

Master donne:
A: Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina)
B: Nives Carobbio (Atl. Paratico)
C: Valentina Bottarelli (Atl. Lumezzane)

Master Uomini:
A: Emanuele Manzi (US Malonno)
B: Tarcisio Linardi (Libertas Vallesabbia)
C: Leandro Marcoz (Adp Pont Saint Martin)

SPECIALE CLASSIFICA JUNIOR:

maschile

1.      Alessandro Crippa (Atl. Alta Valtellina)

2.      Davide Lucchini (Atl. Alta Valtellina)

3.      Alex Rigo (ASD Valli di Sole Running Team)

Classifiche Generali: https://www.endu.net/it/events/trofeo-nasego-vertical/results



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 



FIDAL Comitato Regionale TRENTINO
Presidente: Fulvio Viesi
Casa dello Sport - Sanbapolis Via della Malpensada 84 - 2° Piano 38123 Trento
Tel. e Fax: 0461-983474
Email: cr.trento@fidal.it