Yeman vince e convince nei 5000

11 Agosto 2019

Yeman Crippa con la vittoria nei 5000 metri ha contribuito a lanciare l'Italia verso il terzo posto parziale; nona Isabel Mattuzzi nei 3000 siepi


 

L'Italia è terza dopo la seconda giornata dei Campionati Europei a Squadre, alle spalle di Polonia e Francia. E' terza grazie ai successi di Davide Re nel giro di pista e del trentino Yeman Crippa (Fiamme Oro) nei 5000; nono posto per Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana) nei 3000 siepi con il nuovo primato stagionale di 10'03"75

Yeman Crippa, ultra-pronosticato vincitore dei 5000 metri, che concede l'ennesima dimostrazione dello straordinario salto di qualità compiuto nel corso di questo 2019. Il trentino fa letteralmente ciò che vuole per tutto il corso della prova, prima ricucendo sul (disperato) tentativo dello svizzero Julien Wanders - uno da 13:13 sulla distanza quest'anno - di andar via alla distanza, passando ai 3000 sul piede di 7:46, poi scegliendo tempi e modi del successo. L'azione dell'azzurro parte ai 600 metri dal traguardo: la prima variazione di andatura lascia sul posto il tedesco Petros (terzo in 13:50.45, ma poi squalificato), la seconda, a 300 metri dal finish, lascia a mulinare le gambe Wanders (secondo in 13:45.31). Infine, Crippa si prende il tempo anche per sollecitare gli applausi del pubblico, prima di completare la propria fatica al passo (13:43.30), regalando, come Re, 12 punti all'Italia. Una vittoria sontuosa, da fuoriclasse, ciò che Crippa è oggi nello scenario dell'atletica continentale. In attesa di confrontarsi con la terribile scena mondiale, a Doha. Yeman farà in tempo a tornare in pista a Bydgoszcz, domani, nella seconda delle sue fatiche: i 3000 metri. C'è spazio per altra gloria. 

“Non è finita qua - annuncia Crippa - questo era soltanto il primo obiettivo, domani ci riprovo anche nei 3000. Me la sono giocata bene, ho gestito la gara, con la sola eccezione del terzo giro, quando sono scappati via il tedesco e lo svizzero. Sono arrivato fresco ai 600 metri, e come avevamo deciso con il mio allenatore, sono partito proprio in quel momento. I 10.000 a Doha? Mi auguro di esserci, purtroppo il tempo della Coppa Europa di Londra non basta e quindi devo aspettare il ranking, altrimenti c’è l’ipotesi di una gara il 31 agosto ma ho paura di sballare un po’ il percorso di avvicinamento. Quella di oggi è una vittoria che mi dice che stiamo lavorando bene, soprattutto sull’ultimo giro, e sul cercare di mollare il meno possibile. Siamo a buon punto”.

CRIPPA: "ANCORA FRESCO PER I 3000 METRI DI DOMANI"

 

Nono posto invece per Isabel Mattuzzi nei 3000 siepi.

Ad un anno di distanza dall’eccellente finale degli Europei di Berlino, la ventiquattrenne di Lizzana sta inseguendo la migliore condizioni fisica e mentale nel confronto con le barriere, riviera in primis, un feeling non perfetto che è emerso anche a Bydgoszcz, specie nei frangenti più trafficati. Il risultato finale di 10’03”75 vale il primato stagionale per l’allieva di Dimitri Giordani, ma le leader stanno una ventina di secondi più avanti, con la tedesca Gesa Felicita Krause vincente in 9’36”67, un tempo che la lagarina ha dimostrato di poter avere nelle gambe dodici mesi fa e che potrebbe tornare a correre una volta recuperata l’intesa tecnica con le siepi: tra un paio di settimane al Palio della Quercia del 27 agosto avrà l’occasione per crescere ancora sulla rinnovata pista di casa.

 

LIVE STREAMING RAI SPORT

START LIST E RISULTATI/Results - ISCRITTI/Entries - FOTO/Photos (credits: Colombo/FIDAL) - ORARIO/Timetable - LA SQUADRA AZZURRA/Italian Team - ORARIO E AZZURRI IN GARA - TV E STREAMING - LA PAGINA EA SULLA MANIFESTAZIONEIL SITO UFFICIALE DELL'EVENTO - STATISTICS HANDBOOK - TUTTE LE NOTIZIE

Clicca qui - (PDF) LE SCHEDE DEGLI AZZURRI DI BYDGOSZCZ 2019


Yeman Crippa (Fiamme Oro)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate