Agropoli: Furlani-Schertel doppietta alto

01 Giugno 2018

Il primo dei tre giorni tricolori per juniores e promesse. La reatina e la viterbese sui primi due gradini del podio under 23, titoli nel lungo per Chilà (7,77) e Lobascio nel giavellotto (44,81)


 

Tre giorni di grandi sfide tricolori sulla pista azzurra di Agropoli (Salerno), dedicata al mito Pietro Mennea. Dopo le scintille del Golden Gala, il circus dell'atletica si sposta in Cilento per un weekend che assegna 80 titoli tricolori. Tanti i laziali in pista e in pedana con ambizioni di medaglia. 

GLI ISCRITTI E I RISULTATI - IL PROGRAMMA ORARIO

DOPPIETTA ALTO - Il primo titolo laziale è quello di Erika Furlani (Fiamme Oro). La medaglia di bronzo degli Europei di Bydgoszcz dell’alto si conferma campionessa italiana under 23 aggiungendo due centimetri alla sua misura stagionale: oggi 1,82. Poi tre errori a 1,85. La viterbese campionessa nazionale studentesca Eleonora Schertel (Arcs Cus Perugia) completa la doppietta laziale con un balzo a 1,78, seconda prestazione in carriera e bis di podi dopo i Tricolori indoor di Ancona.

LUNGO CHILÀ - A due centimetri dal personale indoor, ma oltre il proprio limite all'aperto. Vola Gabriele Chilà nel lungo: il reggino della Studentesca Andrea Milardi, seguito dallo scorso settembre da Andrea Matarazzo, atterra a 7,77 ventoso (+2.8) e scrive nella sue liste personali un 7,76 regolare, con vento alle spalle al limite del consentito (1.9).

VIDEO | IL 7,77 VENTOSO DI GABRIELE CHILÀ NEL LUNGO 

LOBASCIO SHOW - Soltanto un centimetro. Ma è quanto basta per festeggiare il primo titolo in carriera. Elisa Lobascio (Studentesca Andrea Milardi) deve soffrire fino all'ultimo turno di lanci, quando la concorrente più temibile, la trentina Luisa Sinigaglia, scaraventa il giavellotto a 44,80. Ma non è sufficiente per scalzarla dal primo posto: resiste il 44,81 della romana allenata da Mauro Leoni a Genzano.

GOLDEN... GALA - Abbatte il personale e centra lo standard d'iscrizione per i Mondiali Juniores di Tampere (10-15 luglio). Peccato che in Finlandia nella prova individuale possa correre soltanto due italiane perché Chiara Gala lo meriterebbe davvero. La sprinter dell'Acsi Italia chiude al quinto posto in una finale sorprendente dei 100 juniores con cinque atlete sotto la soglia dell'11.80 che la Fidal richiede per volare alla rassegna iridata. L'11.78 (+1.4) della romana sforbicia 6 centesimi alla migliore prestazione realizzata il 13 maggio a Rieti (11.84), ma lì davanti c'è un quartetto di atlete scatenate: vittoria alla vicentina Margherita Zuecco in 11.56 sulla compagna di team Moillet Kouakou (11.63), alla siciliana Alessia Carpinteri (11.68) e alla lombarda Vittoria Fontana (11.75).

VIDEO | L'11.78 SUI 100 DI CHIARA GALA

VISCA-ZABARINO FACILE - Pratica sbrigata in un lancio: a Carolina Visca (Fiamme Gialle) basta il primo turno per assicurarsi la qualificazione alla finale del giavellotto juniores in calendario per domani pomeriggio alle 15. L'argento europeo di Grosseto lancia 49,78 in sicurezza (e tanti auguri! Ieri ha compiuto 18 anni), imitata dalla piemontese dell'Acsi Italia Sara Zabarino (47,44), a sua volta al primo ingresso in pedana. L'affaire-tricolore è roba loro. Avanti anche Teuta Cala (Studentesca Andrea Milardi) con la 12esima misura, 35,98.

DESIDERI-MAZZOLA OK - Il martello juniores femminile è tra le sfide più incerte dell'intera manifestazione, con quattro lanciatrici accreditate oltre i 56 metri. Nel primo round avanzano Cecilia Desideri (Studentesca Andrea Milardi) con 54 metri tondi al primo colpo e la romagnola dell'Acsi Italia, la campionessa invernale Jessica Mazzola con 52,13 al primo lancio. Anche al maschile passa il turno senza patemi Andrea Proietti (Studentesca Andrea Milardi) con 62,66.

RINALDI SUB-49 - Primo squillo sotto i 49 secondi nei 400 metri per Mattia Rinaldi dopo aver avvicinato la barriera con il 49.03 della trasferta tedesca di Klagenfurt. Lo junior primo anno della Runforever Aprilia, terzo lo scorso anno da allievo ai Tricolori di Rieti, sigla ad Agropoli il secondo tempo della batterie con un gran 48.64 e un miglioramento netto di quasi quattro decimi. Sabato alle 15 è in programma la finale per le medaglie alla quale accede con il miglior tempo il piemontese Andrea Cerrato (48.57). Più controllati in batteria i campioni europei juniores della staffetta 4x400 Edoardo Scotti (49.00) e Klaudio Gjetja (49.05).

IN FINALE NEI 400 e 800 - Emanuele Grossi (Atl. Biotekna Marcon) con 47.57 e Giorgio Trevisani (Studentesca Andrea Milardi) con 48.06 si qualificano alla finale del giro di pista tra le promesse, così come Valeria Simonelli (Studentesca Andrea Milardi) tra le juniores, promossa con 57.58. Negli 800 vince la seconda batteria e si qualifica con il miglior tempo Flavia Ferrari (Studentesca Andrea Milardi): 2:13.44.

SALTI IN AVANTI - Al primo anno da junior, Paolo Morseletto (Acsi Campidoglio Palatino) compie un deciso passo in avanti verso i 7 metri: è in finale nel lungo con i personale di 6.95 (+1.0). Al femminile supera la qualificazione Viola Amatucci (Acsi Italia) con 5,51 (+1.1). Nell'asta il Lazio schiererà tre juniores in finale: qualificati Paolo Calabrò (Fiamme Gialle Simoni, 4,40), Leonardo Orlandi (Studentesca Andrea Milardi, 4,30) e Manuel Bianchini (Fiamme Gialle Simoni, 4,30).

naz.orl.



Condividi con
Seguici su: