Tricolori U20 e U23, Lazio atteso protagonista

17 Settembre 2020

Tutti i top dal Lazio in un fine settimana super a Grosseto. Benati tra i favoriti come Visca, Gherardi e Caldarini, Sabbatini, Tozzi. Ma non solo: occhio a Gherca, Simonelli, Orsillo, De Angelis e...

 

di Lorenzo Bufalino

Dopo un weekend fantastico per i colori laziali a Rieti - dove gli allievi e le allieve della regione hanno conquistato ben 17 medaglie, oltre ai risultati nel campionato su pista di Studentesca Milardi e Fiamme Gialle Simoni, arrivate a podio sia al maschile che al femminile - è tutto pronto a Grosseto per un altro fine settimana tricolore, questa volta per under 20 e under 23, dove i laziali partono ancora tra i grandi protagonisti.

IL CAMPIONATO DI GROSSETO — Un campionato che farà il tutto esaurito nella città toscana, che organizzerà il tricolore in tre diversi impianti. A Grosseto oltre 1500 atleti in pista a caccia dei 68 titoli messi in palio, nella città che rivedrà diversi azzurrini protagonisti dei campionati europei under 20 del 2017.

DIRETTA STREAMING - Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle tre giornate di gare, da venerdì 18 a domenica 20 settembre, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

BENATI CAPITANO - Pensando ad una ipotetica formazione, Lorenzo Benati (Atletica Roma Acquacetosa) sarebbe sicuramente il capitano della squadra laziale under 20 a Grosseto. Il finalista europeo dello scorso anno dei 400, quest’anno è stato capace di vincere la prima medaglia assoluta ai tricolori di Padova, dove è arrivato terzo. Il romano punta al personale dopo averlo sfiorato nella finale assoluta per poi lanciarsi già verso il 2021, anno che potrebbe vedere l’avvicinamento dei 46 secondi. Altra carta importante da medaglia è Lorenzo Simonelli (Esercito).

Il classe 2002 al primo anno di categoria, ha dimostrato nelle ultime uscite stagionali con gli ostacoli a 1.06 di andare molto forte e ora si attende con quelli più “bassi” degli under 20, il grande tempo. Occhio anche naturalmente a Ivan De Angelis (Fiamme Gialle) super favorito della gara di salto con l’asta dove parte con l’accredito di 5,25.

A lottare per le medaglie ci sarà anche Joseph Twumasi (Studentesca Milardi) medagliato alle indoor nei 200, prova a trovare la medaglia anche all’aperto sui 200 metri. Da finale invece Marco Ricci (ASD Atletica Velletri) sempre nei 200 metri dove si è comportato bene negli ultimi anni. Da finale nell’unica gara di mezzofondo presente, quella degli 800 metri, Marco Ranucci (Studentesca Milardi) “orfano” dei suoi 1500 prova a giocarsela nella distanza più corta. Nelle multiple i due della Sport Race, Simone Santini e Emiliano Orsillo provano l’attacco al podio nella gara che decreterà l’IRONMAN del campionato.

CALDARINI CI PROVA - Tra le under 20 occhio naturalmente a Livia Caldarini (Studentesca Milardi) in gara negli 800 dove in quest’estate ha corso in 2:07.56. Una gara che la vedrà probabilmente lottare per il titolo con la trentina Sophia Favalli (Quercia Trentingrana). Nella stessa gara vuole difendere la medaglia delle indoor anche Sofia Bella (Roma Acquacetosa) con la sorpresa che potrebbe essere invece Alessia Muciaccia (ACSI Italia Atletica), terza nelle liste di accredito.

Nella velocità Chiara Gherardi (Fiamme Gialle) sarà in partenza nei 200 metri mentre nei 400 ostacoli provano l’attacco al podio Federica Tozzi (Fiamme Gialle Simoni) e Matilde Biella (ACSI Italia Atletica).

Nell’asta Giulia Valletti Borgnini (Fiamme Gialle Simoni) è iscritta con il 4,07 saltato ad Ancona questo inverno.

PROMESSE PER DIVENTARE GRANDI - Per qualcuno una categoria discussa, per altri il trampolino di lancio verso la categoria assoluta. Gli under 23 laziali sono pronti a scendere in pista tra chi gareggerà per l’ultima volta nella categoria e chi vi è appena entrato. Tra loro attenzione alla pedana dell’asta dove troviamo “l’oriundo” Max Mandusic (Trieste Atletica), allenato da Manuel Margesin, protagonista già agli assoluti di Padova. Occhio anche a Leonardo Orlandi (Studentesca Milardi) in forma nelle ultime gare dove ha sfiorato il personale oltre i 5 metri. Nella velocità lotta per la finale Mario Vigliotti (Roma Acquacetosa) nei 100 mentre Mattia Di Panfilo (Atletica Futura Roma) vuole la medaglia nei 110 ostacoli. Mezzofondo con la crescita di Victor Curcuianu (ACSI Campidoglio Palatino) capace quest’anno di correre in 1:49.12.

DONNE COMBATTIVE -Se abbiamo detto della categoria promesse come la categoria di lancio verso quella assoluta, le under 23 laziali sono tra le protagoniste indiscusse della categoria. Tra loro la campionessa Europea under 20 del 2019 di Giavellotto Carolina Visca (Fiamme Gialle) che al primo campionato di categoria, vuole il titolo dopo la vittoria anche al campionato assoluto. Lotta dichiarata anche dall’altra laziale Sara Zabarino (ACSI Italia Atletica) che quest’anno ha anche lanciato con 58,62 qualche centimetro in più della romana. Lotta per il podio anche Elisa Lobascio (Studentesca Milardi) per un podio che sarebbe da sogno tutto laziale.

Anche il mezzofondo sarà protagonista con Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre) e Martina Tozzi (Fiamme Gialle) favorite negli 800 metri. Favorita laziale anche nell’asta con Roberta Maria Gherca (ASD Atletica Velletri) mentre per la Studentesca Milardi Cecilia Desideri e Martina Carnevale, partono dal miglior accredito in gara rispettivamente nel lancio del martello e lancio del peso.



 

File allegati:
- ISCRITTI/RISULTATI
- PROGRAMMA

Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre) e Martina Tozzi (Fiamme Gialle)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate