Viterbo: Benedetti e Vergaro si migliorano

11 Ottobre 2020

La lanciatrice della Studentesca si cimenta nel peso e nel giavellotto dove cresce, Vergaro guadagna un decimo sui 100. Così è andato il pomeriggio dell'evento di FIDAL Viterbo

 

di Christian Diociaiuti

A Viterbo finalmente è andato in scena l’Incontro d’Autunno: rinviato due settimane fa a causa del maltempo, ha visto una partecipazione numerosa dai cadetti agli atleti pù grandi. L’evento è stato organizzato da FIDAL Viterbo. Risultati interessanti: su tutti quelli della “padrona di casa” Elena Vergaro che si migliora sui 100 e per Benedetta Benedetti che si conferma nel peso – è primatista laziale – e si migliora nel giavellotto.

CORSE E SALTI UOMINI – 100 a Manuel Gentile di Alto Lazio, con 11.62 (-1.0) e due centesimi meglio del compagno di squadra Giovanni Canta. Delle 3 serie di 400 bene Federico Cacciamani di Atletica Futura Roma: 49.96 e personale rispetto al 50.19 di quest’anno a Rieti per la promessa del club Romano. Atletica Futura che fa suoi anche gli 800: ci pensa Fabio Cotogno con 2:21.51 al debutto nella disciplina (è un 2003). Nei salti il primo laziale è l’allievo Jacopo Leonardi (Alto Lazio) con 1,65, quarto; nel lungo è secondo Lohajit Botticelli (allievo, Alto Lazio) dietro all’U18 umbro Giuli (6,43/+2.0). Per Botticelli 6,36 (+1.5).

LANCI AL MASCHILE – Mario Savarese unico partecipante nella gara allievi (5kg): per il portacolori di RCF Roma Sud un 9,16. Simone Coletta (SM55 di Intesatletica) scagli il giavellotto a 30,68 al quinto lancio mentre Gianluca Tamberi, fratello di Gimbo, e atletia dell’Athletic Club Alperia lancia 70,91 (è del 1990). Dietro Giulio Milani di RCF Roma Sud con 47,26 al quarto colpo.

DONNE: CORSE E SALTI – Nessuna sorpresa: padrona di casa e vincitrice è Elena Vergaro con 13.26 (-1.2) sui 100.

Da ostacolista è reduce dai Tricolori di Rieti, l’allieva sigla il nuovo personale sulla pista di casa, un decimo meno del PB registrato a Roma (13.36/-1.1). Vergaro si presenta anche nel lungo: 5,06 ventoso (+2.5). Sui 400 poco più di un minuto nel giro per Martina Bonanni (ACSI Italia) che con 1:00.11 è di gran lunga la dominatrice della gara. Un’altra atleta dell’ACSI come Elisa Marcovaldi (allieva) salta 1,56 nell’alto (tre errori a 1,59).

LANCI AL FEMMINILE – Protagonista – doppia – ai tricolori U18 di casa (è della Studentesca, ma vive e si allena nella sua Genzano), Benedetta Benedetti ha vinto anche a Viterbo. Peso da 3kg a 16,20, in linea con le prestazioni – eccezionali – fatte al coperto e outdoor (17,20 outdoor col peso da 3kg a Roma). Benedetti non si è accontentata ed è tornata anche a lanciare il giavellotto: PB vecchio di un anno aggiornato (era 35,43). A Viterbo la lanciatrice della Studentesca scaglia a 37,69 l’attrezzo da 500 grammi. Col peso da 4kg Giulia Santelli (ACSI Italia) a 6,62. Con l’attrezzo da 60 grammi Ludovica Giannursini (Studentesca) arriva a 40,11 al primo lancio, a 86 centimetri dal PB.

CADETTI – La cadetta più veloce, sugli 80, è Giorgia Silvestri (10.75/-14) della Libertas Orvieto; la prima laziale è Caterina Verna (ACSI Italia), con un 11.68. Nei 300 attese rispettate: successo al femminile per Matilde Patanè (Tirreno Atletica Civitavecchia) in 47.08, al maschile a Tomaso Iorio (Atletica Villa Gugliemi) in 37.63. Nell’alto Matteo Bonamano (Tirreno Atletica) vince con 1,64 (e tre X a 1,68); al femminile due umbre al vertice e terza Irene Crisci (ACSI Italia Atletica) con 1,30. Nel peso Alex Resta (Atletica Frascati) a 7,40 al secondo colpo con l’attrezzo da 4kg e Martina Fantini (ACSI Italia) a 6,09 al primo lancio con l’attrezzo da 3kg.


File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate