X Memorial Giorgio Guarnelli, Falloni 72,71m

09 Settembre 2017

Illuminano la Stella Polare Falloni e Strumillo


 

Si è svolto oggi al Pasquale Gianattasio di Ostia la decima edizione del Memorial Guarnelli, ormai un punto di ritrovo ideale per tutti i lanciatori italiani che ogni anno accorrono numerosi a gareggiare in memoria del prematuramente scomparso Giorgio Guarnelli, una delle più grandi entità nel panorama nazionale del settore lanci.

Una settantina di atleti, dai cadetti ai master, hanno ripetutamente scagliato i loro attrezzi nel pomeriggio di oggi. Il miglior risultato tecnico è arrivato dopo una proiezione di quattro giri del martello di Simone Falloni (C.S. Aeronautica Militare). Oggi l’aviere dà prova di una grande stabilità tecnica, facendo segnare più lanci sopra i 70m, il migliore 72,71m. Per le donne la discobola Stefania Strumillo (Atletica 2005) è la migliore della giornata grazie al fantastico lancio da 54,00m.

Nel martello femminile si è imposta su tutte Serena Argenti (Bracco Atl.) con il miglior lancio di 52,40m, la segue con pochi metri di meno Isabella Di Benedetto (Atl.Gran Sasso Teramo), 49,44m. Le allieve gareggiano per il titolo regionale, che questa volta va a Ilaria De Paolis (Fiamme Gialle Simoni) che si fregia del titolo grazie ad un lancio da 47,51m. La seguono Michela Teloni (ACSI Italia Atl), 44,40m e Gaia Giannino (Stud.A.Milardi) con 36,75m. Tra gli allievi svetta su tutti Christian Kappler (Fiamme Gialle Simoni) che ai lanci di finale raggiunge più volte i 44m, il migliore 44,36m, pochi centimetri davanti al 44,09m di Stefano Palladini (Intesatletica).

Nel getto del peso domina il romano Lorenzo Minnozzi (Atl.Colosseo 2000) con un lancio da 13,45m, lo segue il reatino Marco Conte (Stud.A.Milardi), 12,77m. Il nuovo campione regionale è l’allievo Damiano Ferrari (Atl.Futura), l’atleta di Antonio Ernesti segna il suo nuovo personale sul tabellone, 13,73m. Da segnalare la prova di Simone Giovarruscio (Athletic Terni), atleta FISPES, che segna il risultato di 9,76m. L’allieva più forte è Sara Tonni (ACSI Italia Atl.) che con 10,96m scavalca Maria Elena Barone (Stud.A.Milardi), 9,62m. La migliore prova delle assolute appartiene alla giovanissima cadetta Benedetta Benedetti (Atl.Castelgandolfo), che con l’attrezzo da 4kg arriva ad uno strabiliante 11,77m.

Nel giavellotto femminile dominatrice indiscussa Carolina Visca (Fiamme Gialle Simoni) che al terzo lancio piazza un 49,56m con l’attrezzo da 600g delle assolute. E’ campionessa regionale l’allieva Rekik Ferri (Kronos Roma) con 29,44m.

Sempre nel giavellotto l’assoluto più forte è ancora Giovanni Bellini (Stud.A.Milardi) che questa volta si deve accontentare di 62,07m, comunque davanti ad un ottimo Pietro Calabrò (Fiamme Gialle Simoni) che con una bordata scaglia l’attrezzo a 60,60m. Conquista l’oro e oltrepassa ancora la barriera dei 50m Alessandro Marvaldi (Esercito Sport Giovani) prendendosi così il titolo con 50,24m.

Scoppiettante sfida tra Federico Apolloni (C.S.Aeronautica Militare) e Nazzareno Di Marco (G.S.Fiamme Oro Padova), la sfanga infine l’aviere romano grazie al lancio di 54,91m, un pugno di centimetri davanti al poliziotto che si ferma a 54,45m. Stessa storia per i compagni d’allenamento e di squadra Simone Piepoli (Esercito Sport Giovani) e ancora Alessandro Marvaldi che si avvicina pericolosamente alla misura dell'amico ma non abbastanza da superarlo, i 34,06m non bastano per battere i 35,14m di Piepoli che è il nuovo campione regionale. Di nuovo Simone Giovarruscio dimostra la sua multilateralità stavolta fiondando il disco a 36,00m. Netta la vittoria dell’allieva Sofia D’Alessandro (ACSI Italia Atl.) che all’ultimo lancio fa segnare sul tabellone 31,71m.

Come ogni edizione l’organizzazione ha offerto a tutti una cena ricchissima e i posti a tavola si sono colorati grazie a numerose storie ed aneddoti, molte al ricordo di un uomo che ha dato e ancora dà tanto all’atletica italiana. Il ricordo di un padre e un allenatore che oggi in particolar modo ha supportato le gambe e le braccia di ogni lanciatore permettendogli di lanciare un po’ più lontano.

 

A seguire le parole di Anna Lisa Zapelloni, moglie di Giorgio Guarnelli.

“E’ stata una bella edizione, ma comunque vorrei avere qui ancora più atleti nei prossimi anni. E’ bellissimo vedere come alcuni atleti vengano ogni anno, alcuni anche da lontano. Sicuramente il meeting sta crescendo, anche se con qualche lanciatore in meno degli anni passati, ma la qualità dei gareggianti è sempre molto alta e i risultati tecnici di spessore ci sono (sopra i 1000 punti sia gli uomini che le donne). La cosa più bella per me è vedere quanto si divertano tutti qui dopo le gare, dove tutti si impegnano a mangiare insieme, parlare e fare gruppo. Per mio marito Giorgio erano aspetti fondamentali, perché solo con un gruppo forte si riesce a continuare le attività portandole a livelli sempre più alti. Un atleta ha anche bisogno di questo dati tutti i sacrifici che fa durante la sua carriera, e secondo lui i momenti così, conviviali, erano importanti tanto quanto gli allenamenti. Poi diciamocelo…tra i lanciatori si mangia bene!”

LM

 

TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate