Tricolori Rieti: Benedetti e Bianchi sono d'oro!

12 Settembre 2020

Le romane di peso e 800 sul gradino più alto. Argento a Linda Donna nell'asta. Terzi Antonipieri (asta), Stalpicetti (800) e la 4x100 maschile della Studentesca. Domani il day 3.

 
a cura di Christian Diociaiuti

Secondo giorno dei Campionati Italiani Allievi. A Rieti, che sarebbe dovuta essere teatro degli Europei U18, spostati al 2021, c'è la rassegna tricolore inizialmente prevista a luglio e poi rinviata a settembre per la pandemia. Trentaquattro titoli da assegnare, incluse le prove multiple. A fine campionato si assegna pure il CdS. I laziali impegnati sono tanti e molti possono ambire alle medaglie. Nella prima giornata è stato laziale uno dei due titoli asseganti: Angelo Ulisse (Fiamme Gialle Simoni) si migliora (molto) e vince il Tricolore nei 100. Oggi altri due ori, arrivano dalla pesista (che difendeva il titolo di Agropoli) Benedetta Benedetti (Studentesca) e dall'800centista di Roma Acquacetosa, Flavia Bianchi. Ci sono anche l'argento di Linda Donna (Fiamme Gialle Simoni) nell'asta e il terzo posto di Riccardo Stalpicetti (RCF Roma Sud) negli 800 e Camilla Antonipieri (Fiamme Gialle Simoni) sempre nell'asta. Terza anche la 4x100 della Studentesca.

DIRETTA STREAMING - Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle tre giornate di gare, da venerdì 11 a domenica 13 settembre, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

RIVIVI LA GIORNATA 1 - TUTTI GLI ISCRITTI DI RIETI 2020 - La presentazione in chiave laziale - Le sfide maschili - Le sfide femminili IL PROGRAMMA ORARIO -  FOTO/Photos (Grana/FIDAL) 

**IL RACCONTO** (più in alto le gare terminate a fine giornata)
La seconda giornata ha assegnato ben 20 titoli in tutto. Domani altri 12. Uno spettacolo! 

4x100 maschile - Studentesca terza nella gara che vede riscritta la MPI grazie all'Atletica Livorno con 41.52. Rossoblù di brozo con 42.42 grazie Faraglia, Brodone, Capasso e Dentato. Li segue (con 42.76) l'ACSI Campidoglio Palatino grazie a Bressanello, Catalano, Barberi e Ricciardi. 12esima Intesatletica con Principi, Adabbo, Andrioaia, Ostroukh. Squalificato il quartetto delle Fiamme Gialle (Marino, Villa, Vannini, Ulisse). 

Giavellotto maschile - Nella finale, Alessio Cappiello (Fiamme Gialle Simoni) con 60,29 regge al terzo posto fino all'ultimo lancio, quando però gli avversari pescano il lancione del soprasso dal cilindro. Il romano finisce quinto ma registra un nuovo personale, con un over 60 che segna anche un'ottima ripresa dopo un periodo che non soddisfaceva il lanciatore classe 2003. 

Disco femminile - Con 43,67 è facile anche conquistare la finale del disco per la già campionessa del peso e detentrice del titolo del disco, Benedetta Benedetti (Studentesca). Finale domenica alle 11.30. 

4x100 femminile
- Vittoria all'Atletica Vicentina (47.93). Quarta la Studentesca con Fratocchi, Farina, Duri, Panunzio (48.87). Sesta Fiamme Gialle Simoni (49.30) con De Giusti, Cirillo, Potenza, Brugnoli. 18esima, ACSI Italia Atetica (51.87) con Giancaterino, Venturini, Crea, Del Prete. 

Triplo maschile
- Federico&Federico in finale, entrambi della Studentesca.

Fratili e Morseletto guardano già alle 11.35 di domani, quando cercheranno le medaglie. Peraltro, Morseletto difende il titolo 2019 di Agropoli. Non ce la fanno, Alessandro Stopponi e Leonardo Garosi (Fiamme Gialle Simoni). 

800 maschili
- Bronzo per Riccardo Stalpicetti (RCS Roma Sud) che con 1:57.16 innesca una bella finale del doppio giro, vinta da Francesco Pernici (Free-zone) con 1:55.95. Stalpicetti è al PB. Mario Roani (Intesatletica) sesto: 1:58.11. 

800 femminili - Con adesso i colori di Roma Acquacetosa, Flavia Bianchi vince gli 800 ai campionati italiani U18. Già vincitrice nella stessa specialità ad Ancona, al coperto, trionfa con 2.11:71. È anche PB: aveva 2:12.24. Gara perfetta per la romana che gestisce ed emerge a metà gara, senza mai essere insidiata. Flavia Bianchi, di Garbatella, è allenata da Emilio De Bonis.

200 maschili - Quarto posto per Jacopo Capasso (Studentesca) in 22.15 (+0.2) nella finale vinta da Filippo Cappelletti (Varesina Malpensa) con 21.84/+0.2. Corre alla perfezione in batteria Jacopo Capasso (Studentesca): al PB, sfreccia in 22.12 (+0.3), quarto crono delle qualificazioni. Angelo Ulisse (Fiamme Gialle Simoni) prova il bis (sesto tempo di tutte le batterie) e si migliora nei 200 con 22.22 (+0.7), approdando in finale che non porta a termine. Tommaso Ricciardi (ACSI Campidiglio Palatino), dopo la finale dei 100, guadagna la finale B dei 200 grazie a un 22.35 (+0.7). Ma anche lui non la porta a termine dopo essersi presentato ai blocchi. 

Decathlon - Davide Zuliani chiude sesto, anche grazie a un bel 1500: i punti dopo 10 fatiche sono 5627 per il portacolori di Intesatletica. Filippo Stasio (Sportrace) nono (5435), Alessio Santini (Sportrace) 14esimo con 5326. Guglielmo Montefalcone (Sport Race) 18esimo con 4974. 

200 femminili - Tutte in pochi centesimi nei 200. Ma Camilla Duri deve accontentarsi di un sesto posto (25.31) nella finale del mezzo giro. La 2004 della Studentesca, dopo il quarto posto nei 100, si migliora in batteria nel mezzo giro con 25.05 (+0.4) e vola in finale col terzo tempo delle qualificazioni. 

Asta maschile - Giulio Basilotta (Fiamme Fialle Simoni) e Federico Bonanni (Studentesca) con 4,10, Alessandro Galeotti (Studentesca) con 3,90 in qualificazione: appuntamento domattina alle 10.05 per la finale che assegna il titolo italiano. Ci sono questi tre laziali. Fuori Antonio Severoni (Studentesca). 

Alto femminile
- Non riesce a qualificarsi per la finale di domani alle 10.05 l'unica laziale, Elisa Marcovaldi di ACSI Italia Atletica. La sua corsa si ferma a 1,54 che non basta per passare il turno. 

Giavellotto femminile
- Melania Efua Castello (Fiamme Gialle Simoni) con 37,30 al secondo lancio guadagna l'ottavo posto nella finale agganciata ieri. 

400hs
- Due laziali nella finale B. Se l'aggiudica Emiliano Villa (Fiamme Gialle Simoni) in 54.38 con tre secondi di personale, aggiornado il 57.14 di quest'anno, a Roma.

Andrea Terriaca (Intesatletica) in 56.89: quarto. 

Triplo femminile - La finale di domattina alle 10 se la sono guadagnata Livia Giuliano (Fiamme Gialle Simoni) con 11,32 (+0.6), Claudia Tessitore (Formia Atletica) con 11,39 (+0.2), Matilda Cinti (Studentesca Rieti) con 11,44 (+0.4). 

Disco maschile - Fuori dalla finale i laziali imoegnati in qualificazione: Francesco Tosoni (Studentesca/39,51), Kevin Ruiu (Intesatletica/38,81), Gianmarco Di Filippo (Studentesca/38,10), Riccardo De Mari (Fiamme Gialle Simoni/38,08), Valerio Linari (Studentesca/36,46), Giuseppe Guerra (Alto Lazio/36,27). 

Eptathlon - Vince Greta Brugnolo (Riviera del Brenta) con 4991 punti. Giulia Ginulfi, Studentesca, a 4191: finisce sesta la laziale in forza ai rossoblù di casa. 

VARIAZIONI ORARIO
16:00 - Giavellotto decathlon
17:15 – Giavellotto allieve (finale)
17.55 – 1500 decathlon
18:30 - Giavellotto allievi (finale)

Peso femminile
- Nel getto del peso, la genzanese della Studentesca Rieti "Andrea Milardi", Benedetta Benedetti (2003) - già primatista regionale - si impone nella finale. Dopo aver agganciato l'epilogo in qualificazione con 15,69, nella finale pomeridiana lancia 15,91 al secondo colpo ed è tricolore. Confermato il titolo 2019 di Agropoli. E a breve torna in pedana per qualificarsi nel disco (finale domani). Anche qui difende il titolo di Agropoli. Benedetti è allenata da Mauro Leoni.

400 femminili - In finale, dopo le batterie, va la campionessa italiana indoor di specialità Federica Pansini (Studentesca) con 56.48 in batteria. Finale B per Francesca Farina (Studentesca/59,04). 

400 maschili - Luca Barbieri (ACSI Campidoglio Palatino) correrà la finale dei 400 domani alle 11 grazie al 50.56 in qualificazione. Nuovo personale (era 51.58 di quest'anno ad Abbadia San Salvatore). Andrea Vannini (Fiamme Gialle Simoni/51.64) e Denis Rosu (RCF Roma Sud/51.19) correranno la finale B. 

Lungo maschile - Decimo e undicesimo nella finale i laziali Claudio Giordano (Studentesca/6,55) e Dario Bressanello (ACSI Campidoglio/6,43).

Peso maschile - Fuori dalla finale Giuseppe Guerra (Alto Lazio) e Igor Finocchi (Fiamme Gialle Simoni), in qualificazione con 13,26 e 13,01. Nessun laziale all'epilogo della serata di sabato. 

Lungo femminile - Giorgia Del Prete settima con 5,33 (+0.1). Prestazione lontana al PB per la saltatrice di ACSI Italia Atletica. 

Martello femminile - Quarto posto per Giulia Rossi (Fiamme Gialle Simoni): 56,51 all'ultimo lancio che non basta per salire sul podio, per il quale ha lottato fino all'ultimo. Un metro di personale per la 2004 romana, già protagonista a livello regionale da cadetta. Nella graa in cui Rachele Mori (Atletica Livorno) sigla la nuova MPI U18 (20,41), Sveva Nasca (Fiamme Gialle Simoni) a 46,92. Tutti lanci nulli per Raphaelle Mulumba (Studentesca). 

Asta femminile - Con 3,65 saltato al primo colpo, un tentativo a 3,70 e due a 3,75 falliti, Linda Donna è vicecampionessa italiana del salto con l'asta U18. La portacolori di Fiamme Gialle si arrende a Chiara Centenaro (Audace Noale/3,70), eguagliando il PB all'aperto. Terza un'altra laziale: Camilla Antonipieri (Fiamme Gialle Simoni), 3,60. Per lei 10 centimetri di personale. 

Martello maschile - Il campione italiano è l'udinese Alessandro Feruglio (Malignani Libertas) con 69,71. Quinto Gino Gioia (Fiamme Gialle Simoni): 58,12 al sesto lancio. Personale con l'attrezzo da 5kg, migliorato il 57,45 di quest'anno. Leonardo Penzo (Lyceum Roma XIII) nono con 53,86; Juan Delgado Sanchez lo segue (Fiamme Gialle Simoni) con 51,60. Tutti lanci nulli in finale per Lorenzo Mattei (Studentesca). 

Peso femminile - Facile per Benedetta Benedetti (Studentesca): si qualifica per la finale delle 14.45 con 15,69. È l'unica laziale in gara, a partire dalle qualificazioni. Sarà impegnata anche nella qualificazione del disco, dalle 17.50. Difende ambedue i titoli.

File allegati:
- ISCRITTI E RISULTATI
- PROGRAMMA
- FIDAL NAZIONALE

Riccardo Stalpicetti (RCF Roma Sud) e la 4x100 Studentesca: terzi | Foto De Marco/FIDAL


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate